Dietro la vetrina di un sexy shop nel pieno centro di Palermo, sabato sera una ragazza ha inscenato uno spettacolo burlesque. Arianna, bionda, venticinque anni e curve al posto giusto, munita di stile e disinvoltura ha deliziato con le sue movenze sensuali e l'espressione ammiccante le migliaia di curiosi che, di fronte all'inatteso show, hanno creato un capannello fitto ed entusiasta.

Per nulla infastidita dalla folla che si ingrossava un minuto dopo l'altro davanti alla vetrina, anzi, disponibile alla pioggia di scatti fotografici degli ammiratori occasionali armati di smartphone, Arianna ha concesso  le sue grazie  ad un pubblico attentissimo, facendolo sognare con una esibizione ricca di musica, luci e movimenti corporei tratti proprio dal repertorio del burlesque, spettacolo di streap tease dal forte contenuto seduttivo e ironico da qualche anno in voga, e punta di diamante dello spogliarello di classe.   

Alla vista di guepiere, piume, guanti e reggicalze di pizzo nero e rosso fuoco, i frequentatori della movida palermitana, che di sabato sera affollano i locali del centro storico, sono andati letteralmente in visibilio grazie al "fuori programma".

C'era così tanta gente che il traffico dell'arteria principale di Corso Vittorio Emanuele è andato in tilt, fino a quando Arianna, finita la sexy performance è sparita dalla visuale degli spettatori, lasciando tutti contenti e soddisfatti. Così, Palermo, non avvezza a questo genere di eventi, per una notte è stata lambita dalle atmosfere di Amsterdam con il suo quartiere a luci rosse e le donne in vetrina, ed ha acceso i sogni e l'immaginario erotico di un sabato sera altrimenti ordinario.