"La musica ha un effetto positivo sulla mente e ascoltare il genere giusto può migliorare lo studio e l'apprendimento […]" spiega la dottoressa Gray.

La dottoressa Emma Gray - esperta di psicologia clinica e specializzata nella psicologia educativa al British Cognitive Behaviour Therapy and Counselling Service di Londra - ha condotto recentemente degli studi per Spotify sull'effetto che la musica produce sulla mente durante la fase di apprendimento.

I risultati emersi sono sorprendenti, in quanto ascoltare la musica giusta può aumentare la concentrazione, e quindi il livello di apprendimento, fino al 12% nelle materie matematiche.



Questo "fenomeno" è già conosciuto come "effetto Mozart" e mostra la sua prima comparsa in seguito a degli studi svolti da Alfred Tomatis, medico francese che ha studiato a lungo tale effetto, il quale ha affermato che la musica del compositore austriaco favorisce le attività cerebrali complesse come lo studio della matematica e il gioco degli scacchi.

Pertanto la dottoressa Gray ha analizzato in modo più approfondito l'effetto di altri generi musicali sulla mente. Bisogna infatti fare attenzione a scegliere la melodia corretta a seconda di ciò che si sta studiando. La musica classica ha mediamente una frequenza che oscilla intorno ai 60 bpm (battute per minuto) e ha un effetto calmante che induce l'ascoltatore a concentrarsi per più tempo e a memorizzare più informazioni.

Per quanto riguarda materie come Scienze, Lingue e Studi umanistici la frequenza da ascoltare deve oscillare intorno ai 50 - 80 bpm, viene così stimolata l'area sinistra del cervello specializzata nella risoluzione dei problemi e nell'elaborazione di informazioni effettive.

I migliori video del giorno

Questa frequenza è tipica di canzoni quali Impossible di Kelly Clarkson o Wide Awake di Katy Perry.

Per stimolare invece la parte destra del cervello, che entra in funzione durante l'apprendimento di materie come Inglese, Arte, Teatro o in generale materie creative, bisognerebbe ascoltare musica con frequenza più alta in modo da produrre uno stato di eccitazione elevato che può aumentare la creatività, per questo la musica indicata è Diamonds di Rihanna o Sweet Child O' Mine dei Guns N' Roses.

Tutte le analisi della dottoressa londinese sono state commissionate dal centro londinese Spotify, noto programma di musica streaming e download. "Con l'aiuto della dottoressa Gray abbiamo creato le playlist perfette per aiutare gli studenti a prendere i voti che desiderano", commenta Angela Watts, VP of Global Communications di Spotify.

Sembrerebbe dunque che per aumentare le proprie capacità basti trovare il giusto mix di brani e generi.

Tra gli artisti più consigliati per quanto riguarda la musica classica troviamo sicuramente Ludwig Van Beethoven, Frédéric Chopin, George Handel, Gioachino Rossini, Antonio Vivaldi e Johann Sebastian Bach.

Per quanto riguarda invece la musica moderna invece troviamo; Rihanna, Bruno Mars, Beyoncé, Katy Perry e Kelly Clarkson.