A cinque anni dalla sua tragica ed inattesa scomparsa, Michael Jackson torna a cantare e a riprendersi il trono. Durante la serata di premiazione promossa dalla radio online iHeartRadio Music Awards il vero vincitore è stato proprio lui grazie alla presentazione del suo nuovo brano Love never felt so good, scritta nel 1983 e tratta dall' album di prossima uscita Xscape, con il quale si vuol far rivivere il Re del Pop.

L'emozione di risentire il suo inconfondibile timbro vocale è stato arricchito dall'esibizione di diversi ballerini che per omaggiarlo hanno ripetuto i suoi passi di danza e dall'arrangiamento proposto da Justin Timberlake, che grazie agli artifici della tecnologia è riuscito a fondere e sovrapporre nel due voci per un duetto unico.

Il 13 maggio è prevista l'uscita di Xscape, album con 8 brani, arrangiati, inediti di Michael Jackson, selezionati tra i migliaia custoditi nel suo immesso archivio personale.

L'operazione è stata voluta e condotta da Fred Jerkins, ex collaboratore e produttore della pop star americana, che grazie all'assistenza della Epic Records ha potuto realizzare il progetto.

Egli ha sottolineato come per la realizzazione di questa raccolta ci si sia attenuti alle linee guida proprie di Michael, a partire dal titolo. Era proprio, infatti, una sua prerogativa quella di scegliere come titolo quello di una canzone contenuta al suo interno e che si esprimesse tramite una sola parola. Basti ricordare i record di vendita come Thriller, Bad, Dangerous.

Michael Jackson ancora oggi è considerato tra i più grandi del panorama mondiale musicale di ogni epoca e non solo per i milioni di dischi venduti e dei vari records infranti.

I migliori video del giorno

L'artista per le sue caratteristiche di musicista, cantante e ballerino ancora oggi è ineguagliato e forse proprio per questo tanto rimpianto.

Non sembra ancora apparso all'orizzonte un suo degno erede e questo facilita coloro che alimentano il suo mito con queste novità musicali. Certamente questa operazione ha una grande valenza commerciale e forse lo stesso Jackson non avrebbe gradito che opere da lui ritenute non pubblicabili lo fossero, sapendo il perfezionismo, a cui l'artista mirava in vita.

Naturalmente l'attesa è tanta e febbrile soprattutto tra i tanti fans, che non hanno mai dimenticato il loro beniamino e che ancora oggi lo rimpiangono. L'album, però, non è solo un omaggio fatto a loro dal proprio idolo, ma anche un'opportunità per le nuove generazioni di scoprire chi fosse Michael Jackson.