Papa Francesco, fin dalla sua elezione, si è distinto dagli altri pontefici per la sua capacità di comunicare e di raggiungere le più vaste aree della popolazione, sfruttando tutti i mezzi di comunicazione in suo possesso, e non solo. Il suo successo è dato dall'adattamento del suo ruolo alla vita quotidiana delle persone con le quali desidera comunicare e che vuole avvicinare alla Chiesa, e per questo anche dall'utilizzo degli stessi strumenti di comunicazione. Uno di questi è proprio Twitter.

In occasione della Giornata delle Comunicazioni Sociali, in cui il tema cardine è quello dell'eventualità dell'entrata della Chiesa sul web, Papa Francesco delinea la necessità di raggiungere "le periferie", futuro del mondo, gli spazi che molto spesso soffrono della povertà della cultura e della comunicazione.

Twitter diventa così per Papa Francesco uno strumento di comunicazione immediato e di guida per i fedeli. Ecco alcuni tweet più belli lanciati durante il suo primo anno di pontificato.

Papa Francesco: i tweet più belli

24 marzo 2013: Non dobbiamo credere al maligno che dice che non possiamo fare nulla contro la violenza, l'ingiustizia, il peccato. Il 28 marzo, Papa Francesco celebra nel carcere minorile di Casal del Marmo a Roma il Giovedì Santo, lavando i piedi anche a due ragazze: una è musulmana.

31 marzo 2013: Accetta Gesù risorto nella tua vita. Anche se sei stato lontano, fa' un piccolo passo verso di Lui: ti sta aspettando a braccia aperte. Per Papa Francesco è la prima Pasqua a San Pietro, e celebra la messa davanti a 250mila fedeli. Nel messaggio Urbi et Orbi, il Papa chiede la pace in Siria, Africa, Iraq e tra le due Coree: "Basta tratta degli esseri umani".

I migliori video del giorno

7 aprile 2013: Che bello è lo sguardo di Gesù su di noi, quanta tenerezza! Non perdiamo mai la fiducia nella misericordia paziente di Dio! E ancora il 22 aprile 2013: Ciascuno di noi ha nel cuore il desiderio dell'amore, della verità, della vita...e Gesù è tutto questo in pienezza!

26 aprile 2013: Cari giovani, non sotterrate i talenti, i doni che Dio vi ha dato! Non abbiate paura di sognar cose grandi! Il 28 aprile Papa Francesco, durante la messa in Piazza San Pietro, si è rivolto ai 44 fedeli cresimati, invitandoli a scommettere sulle "cose grandi". E ancora il 1 maggio 2013: Cari giovani, imparate da San Giuseppe, che ha avuto momenti difficili, ma non ha mai perso la fiducia, e ha saputo superarli. Il 2 maggio 2013: Penso a quanti sono disoccupati, spesso a causa di una mentalità egoista che cerca il profitto ad ogni costo.

16 maggio 2013: Non possiamo essere cristiani "part-time". Cerchiamo di vivere la nostra fede in ogni momento, ogni giorno. 17 maggio 2013: La nostra vita è davvero animata da Dio? Quante cose metto prima di Dio ogni giorno? 26 maggio 2013: Ogni volta che seguiamo il nostro egoismo e diciamo No a Dio, roviniamo la sua storia d'amore con noi.

28 maggio 2013: Cari Giovani, la Chiesa si aspetta molto da voi e dalla vostra generosità. Non perdete coraggio e puntate in alto.

9 giugno 2013: Con "la cultura dello scarto" la vita umana non è più sentita come valore primario da rispettare e tutelare. 17 giugno 2013: Siamo arrabbiati con qualcuno? Preghiamo per quella persona. Questo è amore cristiano. 30 giugno 2013: Un cristiano non può essere mai annoiato o triste. Chi ama Cristo è una persona piena di gioia e che diffonde gioia.