Quando comincia l'anno scolastico 2014/15? L'inizio della scuola dalla Lombardia al Piemonte, dal Veneto alla Puglia passando per le altre regioni italiane, è sempre più vicino, ma le date sono differenti. Vediamo allora insieme quando le scuole riaprono le porte e gli studenti, volenti o nolenti, dovranno ricominciare a seguire le lezioni.

Inizio scuola 2014 - 2015 in Lombardia, Piemonte, Veneto, Puglia e le altre regioni

A settembre l'inizio della Scuola per l'anno 2014 - 2015 varia dal giorno 8 al giorno 17 a seconda delle regioni. L'anno scolastico inizia l'8 settembre per gli studenti della provincia di Bolzano, che saranno seguiti, il giorno mercoledì 10 settembre, dai giovani della provincia di Trento e del Molise.

La scuola comincia l'11 ottobre in abruzzo e Val d'Aosta, mentre le lezioni riprendono il 15 settembre in un gran numero di altre regioni. L'inizio della scuola in Lombardia, Piemonte, Veneto, Lazio, Emilia è fissato al 15 settembre, mentre ricomincia la scuola in Puglia e Sicilia due giorni più tardi, il 17. Ecco allora uno schema delle date di inizio della scuola per l'anno scolastico 2014/15:

  • Inizio scuola Bolzano - 8 settembre 2014
  • Inizio scuola Trento e Molise - 10 settembre
  • Inizio scuola Abruzzo e Val d'Aosta - 11 settembre 2014 
  • Inizio scuola Lombardia, Piemonte, Veneto, Sardegna, Toscana, Umbria, Campania, Lazio, Basilicata, Liguria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Calabria e Marche - 15 settembre 2014
  • Inizio anno scolastico Puglia e Sicilia - 17 settembre.
Quando finirà, invece, l'anno scolastico 2014-2015? In Emiola e Molise il 6 giugno, in Lazio e nella Lombardia l'8, a Trento e in Puglia il 9, il 10 giugno 2014 in Toscana, Marche Umbria e Veneto, il 16 a Bolzano e l'11 nel resto d'Italia.

Inizio anno scolastico 2014/15, consigli per risparmiare sui libri

In prossimità del rientro a scuola i libri da acquistare sono sempre uno dei problemi su cui si affannano maggiormente ragazzi e genitori.

I migliori video del giorno

I consigli per risparmiare sui testi scolastici sono, ovviamente, di accertarsi della lista dei volumi prima di iniziare gli acquisti, di valutare l'acquisto di libri usati tramite amici, mercatini, ma anche online, dato che sul web sono presenti un gran numero di portali utilissimi dove è possibile risparmiare anche più del 50% su ogni singolo volume. Non tutti sanno, tuttavia, che è possibile risparmiare sui libri prima dell'inizio dell'anno scolastico 2014/15 attraverso i buoni messi a disposizione da molti comuni italiani. Per poterne usufruire occorre avere un indicatore ISEE familiare non superiore a 10632,94 euro. Le modalità di richiesta variano da un ente locale all'altro, si consiglia pertanto, se si rientra nella fascia dei destinatari, di consultare il sito ufficiale del proprio comune prima di procedere con gli acquisti.