Inaugura l'8 ottobre, presso la Galleria d'Arte Moderna di Milano, con una presentazione il 7 ottobre, una delle quattro mostre che il capoluogo lombardo dedica quest'anno alla scultura, con 60 opere di Alberto Giacometti. L'esposizione darà modo di ammirare non solo sculture, ma anche disegni e stampe ed è curata dalla studiosa Catherine Grenier direttore della Fondazione Alberto e Annette Giacometti. Si potrà percorrere tutte le fasi della sua vita e tutte le opere prodotte nei momenti più significativi della sua produzione artistica. Ricordiamo che opere di Giacometti sono esposte anche alla Galleria Guggenheim di Venezia e che l'artista è noto nel mondo per quelle sculture filiformi e sofferte che sono diventate icone di una ricerca sull'uomo del Novecento, sulla sua sofferenza e sul suo spirito di sopravvivenza.

E' una scultura rivoluzionaria, perchè nel lavoro di Giacometti saltano tutti i canoni di una plasticità tradizionale e la forma  è tesa ad un abbattimento di orpelli e dettagli più o meno significativi. La ricerca verso la concettualizzazione e l'astrazione è giustificata probabilmente dall'incontro con l'opera di Cezanne e Archipenko, che vide ad una Biennale di Venezia , ma il tentativo di rappresentare l'uomo nella sua complessità si vede anche negli originalissimi ritratti a matita. Aveva studiato scultura, dopo Ginevra, presso Antoine Bourdelle all'Accademie de la Grande Chaumiere e pur avendo avuto una vita votata alla ricerca ha avuto la fortuna di stringere amicizia con importanti uomini di cultura. Divenne surrealista dopo l'incontro con Masson nel 1931, e conobbe Picasso, Sartre e Simone de Beauvoir.

I migliori video del giorno

Nel 1942 divenne amico dell'editore Albert Skira. La mostra curata dal Comune di Milano e organizzata da 24 Ore Cultura Gruppo 24 Ore, si snoda in varie sezioni e rimarrà aperta sino al 1 febbraio 2015. Una occasione unica per ammirare opere rappresentative della cultura contemporanea e di grande valore se si pensa che ad una asta una sua opera è stata venduta per 100 milioni di dollari. La sua scultura è quella che ha raggiunto la cifra più alta nel panorama delle sculture vendute nel mondo.Il costo del biglietto è di euro 12 euro intero, ridotto 10 euro.