Nato a Boulogne-Billancourt (ovest di Parigi) il 30 luglio 1945, Patrick Modiano culmina nel 2014 del Premio Nobel per la letteratura in una carriera che ha anche vinto importanti premi nel suo paese, come il Goncourt ed altri. L'Accademia gli ha conferito "l'arte della memoria", che ha evocato il più sfuggente destino dell'umano e scoperto il mondo dell'occupazione. "Si tratta di qualcuno che ha scritto molti Libri che richiamano l'un l'altro, che riguardano la memoria, l'identità e l'aspirazione", ha detto Peter Englund, segretario permanente dell'Accademia. Le opere di Modiano si concentrano su temi quali la memoria, l'oblio, l'identità e il senso di colpa.

Figlio di un'attrice belga, Louisa Colpjin, e di un imprenditore italiano, Alberto Modiano, è cresciuto tra la Francia e l'Italia ma la sua infanzia fu segnata dalla morte per leucemia del fratello maggiore, Rudy, all'età di 11 anni, che era molto legato e che ha dedicato tutte le sue opere tra il 1967 e il 1982. Dopo aver completato gli suoi studi nella città di Annecy, ha deciso di non entrare l'università per dedicarsi alla scrittura. I suoi inizi sono segnati dal suo rapporto con Raymond Queneau, autore di "Zazie nel Metro", un amico di sua madre e la prese sotto la sua ala e aiutano hai finito il liceo. Questo grande autore, estrema sensibilità, descritto nel suo romanzo la ricerca dell'identità, che vanno dai ricordi strazianti e la tentazione di amnesia benefico.

I migliori video del giorno

Nel 1970 si è sposato con Dominique Zehrfuss con chi ha avuto due figlie, Zina, nata nel 1974 e Marie nel 1978. Con "The Horizon" ha ricevuto il World Award Simone e Cino del Duca Fondazione, e l'anno seguente prodotto qualche polemica con una biografia "Oublier Modiano" ("Forget Modiano"), con la quale l'autore non è nulla secondo distorta perché assicura che le informazioni sulla sua vita e utilizzato documenti privati ​​senza autorizzazione. Al di là di romanzi, è stata dedicata al genere delle interviste, come il libro "Emmanuel Berl, Interrogatoire" (1976) e collaborato alla scrittura di sceneggiature, entrambi adattamenti delle sue opere, come nel film "Profumo di Yvonne" sulla base di "Villa Triste", come le storie originali, come "Bon voyage". Il Nobel sarà assegnato il prossimo10 dicembre, l'anniversario della morte del suo creatore, Alfred Nobel, in una doppia cerimonia presso la Concert Hall di Stoccolma e la città di Oslo, Norvegia.