Sarà l'avvicinarsi del Natale, per cui si è in pieno tema. O sarà l'ennesimo tentativo di aprire un caso religioso. Fatto sta che è uscito un nuovo libro scomodo per il Vaticano e la religione cattolica, un ennesimo testo che mette in discussione i postulati millenari di una delle religioni universali più seguita al mondo. Ancora una volta nel mirino degli studiosi religiosi proprio lui, la colonna portante di questa sede: Gesù Cristo. Nei confronti del quale si dice ancora una volta che sia stato sposato con Maria Maddalena, come ad esempio già riteneva con tanto di libro e film Dan Brown, con il Codice Da Vinci. Ma come quello, è già stato bocciato dalla Chiesa d'Inghilterra.

Il nuovo libro, The lost Gospel, rincara perfino la dose, affermando che Gesù ebbe pure due figli dalla Maddalena.

Il libro è stato scritto a quattro mani da Barrie Wilson, docente canadese di studi religiosi, e da Simcha Jacobovici, scrittore israelo-canadese. Loro ritengono che le proprie tesi siano fondate basandosi sulla decodifica di un testo scritto ben 1450 anni fa e conservato negli archivi della British Library di Londra. Il tomo che farebbe scandalo ed è stato censurato dalla Chiesa romana si intitola "La Storia ecclesiastica di Zaccaria il Retore", il quale sarebbe un documento originariamente scritto in aramaico tradotto poi in lingua inglese e diviso in ventinove capitoli, che tratta del matrimonio tra Giuseppe, personaggio dell'Antico Testamento, e Aseneth.

I migliori video del giorno

Ma secondo gli autori questi nomi altro non sarebbero che quelli in codice di Gesù e Maria Maddalena, essendo molto simili le loro storie. La coppia nel testo ebbe pure due figli.

Verità scomoda o trovata commerciale in vista del Natale? Chissà. Ma forse ormai, visti i tanti tentativi del passato, ogni nuovo scoop religioso ha ormai perso il proprio impatto nell'opinione pubblica. Quando uscì il film di Dan Brown si parlò di scandalo e addirittura di un'opera cinematografica che avrebbe portato molti a perdere la fede. Ma l'unico effetto reale fu quello ai botteghini...