Il suo recupero è stato per quarant'anni il desiderio quasi ossessivo di una parte di Hollywood. Il film incompiuto più famoso della storia del Cinema sta per arrivare nelle sale: "The other side of the wind". L'obiettivo è di essere pronti per la proiezione il 6 maggio 2015, data che coincide con il centenario della nascita del suo autore: il grande regista Orson Welles, che nel 1970 disse a Peter Bogdanovich, uno degli amici e interpreti di The other side of the wind: "Promettimi che lo finirai, qualsiasi cosa mi succeda".

Le 1083 bobine che compongono The Other side of the Wind sono chiuse in un magazzino alla periferia di Parigi, bloccate dal conflitto d'interesse sui diritti d'autore.

Il centenario dalla nascita del grande regista, dovrebbe fare da catalizzatore nella querelle sui diritti e far trovare un accordo tra Beatrice, l'unica figlia di Welles, un cognato dello scià di Persia, ovvero il maggior finanziatore del film oltre che socio della casa di produzione franco-iraniana Astrophore e Oja Kodarquellie, la compagna di Orson Welles. La compagnia di produzione di Los Angeles, Royal Road Entertainment, ha dichiarato infatti di aver raggiunto un accordo con le parti per comprare i diritti dell'opera. Il film incompiuto, è stato girato tra il 1970 e il 1976, e malgrado la compiutezza del girato Welles ci ha lasciato alla sua morte, nel 1985, un primo montaggio di soli 45 minuti. Il produttore statunitense Frank Marshall, che partecipò alla realizzazione del film, ha dichiarato in questi giorni al New York Times che si impegnerà affinché i negativi delle 1083 pizze ritrovate diventino un'opera completa.

I migliori video del giorno

Alle origini del copione un incontro tra Welles e Ernest Hemingway avvenuto nel 1937. Il film ispirato allo scrittore e anche alla tormentata e carismatica figura dello stesso Welles è la storia di un vecchio regista indipendente sul viale del tramonto, Jake Hannaford, interpretato da un altro grande del cinema come John Huston, in lotta contro le classi dominanti di Hollywood per finire un'opera iconoclastica. Nel cast anche Peter Bogdanovich, Susan Strasberg e Dennis Hopper. The Other side of the Wind, il lavoro quasi ossessivo degli ultimi 15 anni di vita del regista di Citizen Kane è considerato da molti cinefili la pellicola più importante di Orson Welles.