È stata una sorpresa inaspettata quella svelata direttamente dalla bocca di Serj Tankian, voce dei System of a Down, band alternative metal statunitense. A regalare questo sogno ai fan è stata la rivista Rolling Stone, attraverso un'intervista rilasciata proprio dal frontman di origini armene: «Abbiamo cominciato a parlare della possibilità di fare un disco, per il momento siamo concentrati unicamente sul tour che ci apprestiamo a fare - spiega Tankian - Ho qualche canzone su cui potremmo lavorare».



I S.O.A.D., infatti, ad aprile di quest'anno partiranno per una tournée, il Wake Up the Souls Tour che porterà il gruppo ad esibirsi al Rock in Rio in Brasile e a una serie di concerti in Europa con date a Lione, Colonia, Londra, Amsterdam, Bruxelles e Mosca, per poi concludersi con un concerto gratuito alla Republic Square di Yerevan (Armenia) in occasione del centesimo anniversario del genocidio armeno, per il cui riconoscimento si battono da sempre. Si tratta della terza reunion da quando nel 2010 hanno deciso di separarsi per dedicarsi a side project da solisti, senza mai, parole loro, sciogliersi ufficialmente.



A dieci anni dalla loro ultima doppia fatica in studio, Mesmerize e Hypnotize, due album tra loro musicalmente collegati e pubblicati a distanza di sei mesi l'uno dall'altro, dunque, sembra davvero che i tempi per tornare in sala di registrazione siano maturi e i loro supporters ci sperano davvero.
Serj ha poi spiegato a Rolling Stone che, allo stato attuale, sussistono nuovamente i presupposti per lavorare con la band ma che, di fatto, non ci sono ancora programmi chiari in merito.



Un cambio di rotta sostanziale rispetto agli ultimi anni, in cui Daron Malakian, Shavo Odadjian e John Dolmayan erano ansiosi di tornare in studio e Tankian, invece, temporeggiava. Gli appelli dei fan, che negli anni hanno inondato i diversi profili social (da Facebook ad Instagram, passando per Twitter) dei singoli componenti del gruppo, dunque, pare abbiano avuto l'esito sperato tanto che proprio lo stesso cantante a sottolineare come i fan della band saranno i primi ad avere notizie in questo senso.