Sono passati 31 anni da quando un giovane Akira Toriyama iniziò la storia di un bambino con la coda, che lottava contro malvagi e viveva mille avventure in giro del mondo; intanto nella storia di Toriyama quel bambino cresceva diventando padre, affrontando nemici sempre più potenti che minacciavano l'universo, ed arrivando alla fine della storia diventando nonno. Quel bambino è Son Goku, il protagonista della fortunata serie di Dragon Ball.

Nel corso degli anni il manga pubblicato in Giappone sulla rivista Weekly Shonen Jump, ha fatto moltissimi proseliti, divenendo un vero e proprio fenomeno di culto su tutta la superficie terrestre.

Sarà l'ingenuità e la forza smisurata di Goku (potere che il nostro beniamino pone al servizio della giustizia), sarà la storia avvincente, sarà il pazzo mondo di Akira Toriyama (a metà tra fantasy e tecnologico), ma la fiamma vitale di Dragon Ball continua ancora oggi ad essere alimentata dallo zoccolo duro dei fans. In segno di questa incredibile successo che non accenna a terminare, ecco che ad aprile del 2015 uscirà sui grandi schermi nipponici il quindicesimo lungometraggio dell'anime targato TOEI.

Come accaduto per il precedente film La battaglia degli dei (in cui Goku affrontava la potentissima divinità della guerra lord Bliss venendo per la prima volta sconfitto di netto), anche questo, che altri non è che un sequel della battaglia contro Bliss, è scontato che giungerà anche in Italia qualche mese dopo la trasmissione in madrepatria.

I migliori video del giorno

Di tale film, intitolato La resurrezione di F, si sa ancora poco o nulla della trama, ma quel che è certo è che Freezer, storico nemico di Goku, tornerà in qualche modo alla vita, e nella resurrezione del malvagio alieno sarà a quanto pare implicato proprio quel Bliss che aveva umiliato il nostro eroe nel precedente lungometraggio. Dalle poche scene sinora mostrate pare che il perfido Freezer sia divenuto molto più potente di un tempo, riusciranno Goku ed i suoi amici a distruggere per la seconda volta il tiranno galattico ed a riportare la pace sulla terra?

È d'uopo spiegare che gli ultimi film e special di Dragon Ball usciti in questi anni si collocano nella trama canonica rispetto ai primi lungometraggi creati negli anni '80-'90. Lo stesso Toriyama ha affermato che la storia del nuovo film avrebbe voluto inserirla nel suo manga originale, intenzione che purtroppo non potè essere concretizzata a causa di divergenze con la redazione di Shonen Jump.