L'annuncio è arrivato solo poche ore fa, e già ha sconvolto (positivamente) i molti fan italiani dell'animazione giapponese: il primo lungometraggio dell'Attacco dei Giganti (in giapponese: Shingeki no Kyojin), che riassume la prima metà della serie animata, arriverà nei Cinema italiani per due soli giorni, il 12 e il 13 maggio. Lo sbarco nel nostro Paese di quello che si preannuncia un successone si deve alla fruttuosa collaborazione tra Dynit, celeberrima nel mondo anime italiano, e Nexo Digital. L'Attacco dei Giganti è la storia di una resistenza, la storia della stoica resistenza degli uomini contro una minaccia enorme, imbattibile: è la storia dell'umanità assediata da un esercito di giganti, il cui unico pensiero fisso è quello di divorare gli uomini.

L'annuncio di Dynit però non contempla soltanto le avventure dei terrificanti giganti contro gli ultimi baluardi della civiltà umana. Oltre al film "L'Attacco dei Giganti - Parte I", Dynit ha annunciato l'arrivo di altri due lungometraggi che i fan italiani aspettavano da tempo: da un lato "Mobile Suit Gundam - The Origin I", che arriverà nei cinema per due soli giorni anch'esso, ossia il 23 e il 24 giugno, sempre in collaborazione con Nexo Digital. Parlare di Gundam può quasi apparire superfluo: tutti conosciamo le roboanti battaglie tra robot che fino a non molti anni fa imperversavano sui canali delle nostre televisioni. Mobile Suit Gundam è, forse, il più celebre degli anime robotici degli anni Novanta: in questa nuova avventura, i mecha di Gundam tornano in azione in una nuova veste grafica.

Il terzo film annunciato è "Ghost in the Shell - Arise - Parte II", che Dynit e Nexo Digital porteranno sui grandi schermi italiani il 7 e 8 luglio. Difficile tracciare la trama di questo film, senza svelare punti importanti della trama di una serie che ha conosciuto molteplici adattamenti: vi consigliamo di guardare il trailer, e di lasciarvi conquistare dall'atmosfera e dalla grinta di Ghost in the Shell.

Se Dynit dovesse confermare la qualità del doppiaggio e l'ottimo adattamento che ha già dimostrato negli anni recenti, questo esperimento di sbarco al cinema potrebbe costituire il primo di molti altri. Un plauso merita di essere destinato a Dynit in generale, dal momento che il suo impegno nel settore sta riportando l'animazione giapponese a ottimali livelli di presenza anche in Italia, anche grazie ai simulcast e agli streaming sulla parallela piattaforma VVVVID.