Trascorsi gli appuntamenti del fittissimo calendario del tour Innocence + Experience 2015 degli U2 in giro per il Nord America, da maggio a luglio, la band delle band sta per approdare in Europa. Le due date italiane degli U2 (al Pala Alpitour di Torino) di venerdì 4 e sabato 5 settembre apriranno l’attesissimo tour europeo per una due giorni che vedrà il capoluogo piemontese assurgere a capitale della musica internazionale.

Ma non sarà l’unica ‘visita’ degli U2 in Italia, visto che Bono Vox approfitterà della sua presenza per partecipare – il 6 settembre – all’evento in Expo Milano contro la fame nel mondo, insieme al Premier Renzi a sostegno della Carta di Milano e del lavoro del World Food Programme (l’impegno umanitario dell’artista è noto da tempo).

Intanto, in merito al tour europeo e al seguito delle due date torinesi e non solo emergono alcune statistiche interessanti, come i dati che rende noti la piattaforma Ticketbis.it a meno di un mese dall’evento di Torino.

Se – come può sembrare naturale - gli italiani sono i maggiori acquirenti delle due date “in casa” (con ben il 65,6% di biglietti), Torino attirerà anche tanti fan stranieri che troveranno conveniente viaggiare verso il Nord Italia (magari abbinando agli U2 una visita a Expo?) per non perdersi il tour della band di Bono.

Gli acquisti di biglietti, infatti, provengono anche da tante altre nazionalità, per un totale di 34,4% di acquisti non italiani: il 9.8% viene dalla Germania, a cui fanno seguito il Brasile (con il 4,9%), il Belgio (3.3%), Ucraina (3.3%) e ancora Argentina, Austria, Australia, Repubblica Ceca, Spagna, Francia, Regno Unito e USA (nazionalità che incidono tutte per un 1,6% di acquisti).

Un altro dato piuttosto sorprendente è che una parte di italiani ha acquistato biglietti anche per gli altri concerti europei del Gruppo e in particolare per le date di Berlino (28 settembre), Amsterdam (14 settembre) e Barcellona (6, 9 e 10 ottobre).

Ma quanto si è disposti a spendere?

È noto che per gli U2 si è disposti a fare follie e sono bastati solo 15 minuti lo scorso dicembre per riempire al completo - e per ben due volte - i 14.000 posti del Pala Alpitour, con tempi record per il sold out anche delle altre tappe europee. Per quanto riguarda i biglietti ancora disponibili nei portali specializzati in compravendita di biglietti finora il prezzo medio per assistere alle date italiane è stato di 367 euro.

Ma, benché giochino in casa, gli italiani non sono tra coloro disposti a spendere di più per assicurarsi un ottimo posto al Pala Alpitur: nei dieci acquisti più cari realizzati attraverso Ticketbis.it, infatti, figura solo un italiano.

Il biglietto più caro pagato per la Band a Torino è stato di ben 1269,14 euro da parte di un utente dell’Ucraina (che, tra l’altro, non si è fermato ad un ingresso ma ne ha acquistati ben 4 per una spesa complessiva di 5.076,57 euro!): una cifra che rende questo biglietto anche il più caro acquistato in Ticketbis per il tour 2015 della band a livello globale. Il secondo biglietto più caro è stato invece pagato da un argentino, per 763 euro a cui segue ‘finalmente’ un italiano, con una spesa di 400 euro a biglietto.

Segui la nostra pagina Facebook!