Il primo marzo del 2012 si spense una delle voci più importanti d’Italia, quella di Lucio Dalla, morto in Svizzera a seguito di un malore improvviso. Nel 2014 Mario Testi ne trasse ispirazione per un film documentario "Senza Lucio", presentato al Torino Film Festival. Le sue canzoni, come quelle di tutti i grandi autori, hanno segnato quattro diverse generazioni, che continuano ancora a cantare e sussurrare i suoi versi, capaci come pochi di rappresentare la realtà di tutti i giorni, le relazioni e le speranze di tutti.

Il ricordo di Lucio è ancora troppo "invisibile" 

Eppure, proprio nel giorno del quarto anniversario dalla sua morte, gli amici di Lucio hanno criticato gli eredi e l’associazione in memoria del cantante per essere troppo “invisibile”. Gli eredi, infatti, che sono alcuni cugini di primo grado del cantante, hanno promosso una fondazione, finanziata dai lasciti dell’artista e dai diritti d’autore che ogni anno potrebbero finanziare molte iniziative.A sostenerlo è Benedetto Zacchiroli, amico stretto di Lucio e consigliere comunale, il quale ha detto che non può fare altro che ribadire che non sta vedendo niente e che Lucio non sta avendo l’attenzione e la visibilità che si meriterebbe.

Zacchiroli continua dicendo “questi eredi si sentono eredi solo dei soldi e non del patrimonio culturale che Lucio ha lasciato”.

La fondazione è nata, tra l’altro, per volere dello stesso artista, e dopo la sua morte gli eredi decisero di tener fede alla volontà di Lucio ma, tuttavia, la casa in Via d’Azeglio, che si trova a due passi da Piazza Maggiore, è rimasta chiusa, a discapito dei fan che ogni giorno vorrebbero farle visita.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Festival Sanremo

RadioRai e Radio2 ricordano Lucio

L’artista oggi avrebbe compiuto 73 anni e la Rai lo celebrerà insieme a Radio Rai e Radio2 che hanno deciso di proporre al pubblico un singolare percorso nella carriera artistica del cantante, nella sala A di Via Asiago. Radio Rai ha scelto un verso in particolare per ricordarlo “ Vorrei entrare dentro i fili di una radio”, che è anche il titolo della serata “reunion” alla quale parteciperanno anche tanti artisti e personaggi legati al mondo della cultura e dello spettacolo, che daranno una loro interpretazione dell’opera di Lucio.

Durante la serata amici e colleghi di Lucio Dalla diventeranno narratori della vita del cantante, guidati da Fio Zanotti e Jimmy Villotti che iniziarono a suonare proprio con Lucio.

Si parte con Gaetano Curreri che, insieme a Paolo Fresu, riproporrà l'originale cover de "la sera dei Miracoli"r de “La sera dei miracoli” che aveva presentato a Sanremo 2016, vincendo la serata delle cover.

Il giornalista Vincenzo MolIica presiederà la serata e darà spazio a personaggi come Ron, Fiorella Mannoia, Peppe Servillo, Paola Turci, Marco Masini, Carlo Conti, Monica Guerritore e tanti altri.

Lo spettacolo, inoltre, è sostenuto dalla Fondazione Lucio Dalla, al fine di ricordare una delle figure artistiche più importanti del panorama musicale italiano del ‘900.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto