Negli ultimi mesi su Twitter spopola l'hashtag #ppap e in molti si chiedono a cosa faccia riferimento. PPAP sta per Pen Pineapple Apple Pen: è una sorta di scioglilingua musicale ideato da un comico e Dj giapponese, conosciuto con il nome di Kosaka Daimaou, che ha dato vita ad un personaggio simpatico, Piko Taro, che in pochi mesi ha conquistato il mondo intero con il suo video.

#PPAP, il video

Il video presente sul web conta al momento circa 28 milioni di visualizzazioni, ma conta di raggiungere un numero ancora più elevato grazie al passaparola che si sta generando nelle ultime settimane. Postato per la prima volta il 25 agosto 2016 in Giappone dallo stesso Kosaka che ha scritto "Balliamo con Piko Taro", il video ha fatto il giro del mondo divenendo un vero e proprio tormentone.

Dura meno di un minuto, ma bastano quei 51 secondi per diventare un fenomeno virale. Il protagonista è Piko Taro, un uomo giapponese dalla faccia molto simpatica e vestito in modo trash con sciarpa ghepardata e completo con stampe di serpente che balla a ritmo di Musica. L'uomo si diverte a combinare le parole, nello specifico prima unisce una mela con una penna, dando vita all'apple pen, e poi un ananas con la penna, creando la pineapple pen. Ma è quando unisce queste due creazioni che nasce il PPAP, ovvero il Pen Pineapple Apple Pen. A prima vista una sciocchezza, ma sicuramente non riuscirete poi a farne a meno.

PPAP supererà il Gangnam Style di PSY?

In molti si chiedono se questo nuovo video virale proveniente dal Giappone riuscirà a superare l'altro tormentone nipponico, il Gangnam Style di Psy, che ad oggi conta più di 2 miliardi e mezzo di visualizzazioni su Youtube. Sicuramente sarà un'impresa difficile visto che rispetto al Gangnam Style il Pen Pineapple Apple Pen può contare solo su 51 secondi di brano, ma al giorno d'oggi mai dire mai.

I migliori video del giorno

Come per il tormentone di PSY, anche per il PPAP sono state create le prime parodie e questo è già un segno del forte interesse da parte del popolo del web di tutto il mondo.