La squadra mobile di Milano ha fermato due donne di nazionalità peruviana che sarebbero responsabili del maxi furto effettuato a casa dell’attrice Valentina Cortese nel maggio scorso. In quell’occasione il bottino fu considerevole: oltre un milione di euro fu sottratto da casa dell’attrice.

L’attrice

Valentina Cortese, attrice novantatrenne originaria di Stresa, è un'attrice teatrale e cinematografica di caratura internazionale. Protagonista del Cinema italiano, è stata una delle icone del "cinema dei telefoni bianchi" a cavallo tra gli anni trenta e quaranta. La sua carriera inizia con Guido Salvini dove recita in "L'orizzonte dipinto" e conosce una veloce ascesa durante la guerra.

Nel 1942 interpreterà Lisabetta nel film di Alessandro Blasetti “La cena delle beffe”. Nel 1948 reciterà con Marcello Mastroianni in “I Miserabili” di Riccardo Freda.

L’esperienza americana

In quello stesso anno finisce sotto contratto con la 20th Century Fox, iniziando una lunga esperienza americana nella quale sposerà nel 1951 l’attore Richard Basehart. Negli States recita con attori del calibro di Humphrey Bogart, James Stewart e Spencer Tracy. La fine del matrimonio con Basehart, nel 1960, la terrà lontana dalle scene per qualche tempo.

Il ritorno in Italia e il il presente

In Italia è diretta dal grande Fellini in “Giulietta degli spiriti” e da Franco Zeffirelli in “Fratello sole, sorella luna”. Nel 1973 lavora con François Truffaut in “Effetto notte” poi premiato con l'Oscar come miglior film straniero.

I migliori video del giorno

L’ultima produzione americana alla quale partecipa la vede accanto a Paul Newman in “Ormai non c’è più scampo” nel 1980. Prende parte a molte commedie e film polizieschi italiani e nel 1987 recita in “Via Montenapoleone” di Carlo Vanzina. Recita come protagonista nel film del 1988 di Terry Gilliam: “Le avventure del barone di Münchausen” accanto a Robin Williams. Nel 2012, con la Mondadori, completa la sua autobiografia: “Quanti sono i domani passati”, presentata nella trasmissione “Che tempo che fa” di Fabio Fazio.