Non poteva che rivelarsi un grandissimo successo il concerto della Mike Stern & Dave Weckl band, tenutosi ieri sera all'Anfiteatro Comunale di Mogoro (OR), organizzato all’interno del Culture Festival. Il direttore dell’Associazione “Sardinia Pro Arte” che da nove anni organizza l’evento, Simone Pittau, violinista dell'orchestra del premio Oscar Ennio Morricone e fondatore dell'Orchestra da Camera della Sardegna, si è detto felice ed emozionato di poter finalmente ospitare in Sardegna i due musicisti e di veder così realizzata la promessa di suonare in Sardegna che i due gli fecero quando si conobbero a Londra nel 1995.

Il concerto di Mike Stern e Dave Weckl

Mike Stern, uno dei migliori chitarristi jazz e jazz-fusion a livello mondiale, che vanta ben sei nominations ai Grammy Awards, e Dave Weckl uno dei batteristi più dotati di tutti in tempi, salito alla ribalta come membro della Chick Corea Elektric Band, insieme ai talentuosi Bob Malach al sax e Tom Kennedy al basso, hanno allietato ed entusiasmato per circa 90 minuti i numerosi fans sardi.

Hanno alternato suoni dolci e vellutati a pezzi più energici, come il cavallo di battaglia di Stern “Chromazone”, passando da pezzi classici del repertorio fusion come “The Chicken” a un pezzo blues (nel quale Stern ha fatto sfoggio anche delle sue doti canore), fino ad un omaggio al chitarrista Jimi Hendrix.

Incidente per Stern

Non è passato inosservato ai fans presenti il guanto nero indossato da Stern alla mano destra. E no, non si trattava di un accessorio utilizzato per vezzo o per somigliare a Michael Jackson, come ha ironizzato lo stesso Stern. A spiegare il motivo del guanto ci ha pensato Weckl a circa metà serata, affermando che Stern è costretto ad indossare il guanto a seguito di un’operazione alla mano subita a causa di una frattura ad entrambe le braccia dopo una caduta avvenuta a luglio, a New York.

I migliori video del giorno

Un incidente gravissimo per qualsiasi musicista. Incidente che, però, non ha messo fuori gioco il chitarrista di Boston che, dopo essere stato costretto a rinunciare al tour estivo, è tornato sui palchi proprio recentemente con un tour che, dopo aver toccato Turchia, Europa dell’Est, Svezia, Norvegia, Germania, Francia, Italia (con una sola data oltre a quella di Mogoro: il “Blue Note” di Milano, punto di riferimento per tutti i musicisti e appassionati del jazz), lo porterà domani in Olanda per poi proseguire negli Stati Uniti. E, a giudicare dalla risposta appassionata ed entusiasta del pubblico, Stern è tornato sul palco più forte e talentuoso che mai, e insieme a Weckl, Malach e Kennedy, ha regalato agli appassionati del jazz e del jazz-fusion una serata imperdibile che difficilmente potranno dimenticare.