Il 3 novembre arriva nei Cinema 'La ragazza del treno' tratto dal romanzo di Paula Hawkins, si tratta di uno 'psico-triller' che racconta la vita di una donna, coinvolta suo malgrado, in un omicidio.  

La trama del film

Rachel (interpretata da Emily Blunt), annientata dai tradimenti del marito e dal conseguente divorzio, comincia a focalizzare la sua attenzione su una coppia che scorge dal finestrino del treno ogni giorno, quando, dalla periferia di Londra, si reca al lavoro nella city. La coppia appare alla protagonista felice e serena, è sempre seduta sul terrazzo di casa, intenta a fare la prima colazione.

Per Rachel quella visione diventa, in breve tempo, l'unica ragione per cui alzarsi dal letto al mattino.

Dopo il divorzio si sente sola e disperata e il suo passato di alcolista ha ripreso a terrorizzarla. Un giorno però la protagonista, guardando dal solito finestrino, vede su quel terrazzo una scena che non avrebbe mai dovuto vedere.

Da quel momento la donna viene travolta da un turbinio di ricordi, delusioni, errori di un passato inquietante che non la abbandona. Diventerà ancora più fragile e scoprirà che la sua vita è appesa a un filo.

Una scrittrice 'veloce ed economica'

Paula Hawkins, scrittrice del libro da cui è tratto il film, è nata e cresciuta a Salisbury, nello Zimbabwe. La sua famiglia si è trasferita a Londra nel 1989, quando lei aveva di 17 anni. Una volta a Londra, Paula ha lavorato come giornalista per il Times.

La Hawkins ha iniziato a scrivere senza molto successo fino all'uscita del suo romanzo  'La ragazza del treno', un romanzo 'noir-thriller ' che da mesi è in cima alle classifiche dei libri più venduti al mondo.

I migliori video del giorno

Il motivo di questo successo globale è dovuto, secondo lei, al suo scrivere 'veloce ed economico', alla sua curiosità per la vite delle persone che viaggiano sui treni e la messa in opera del film quasi in contemporanea con l'uscita del libro. Quello che Paula non dice è che la storia che ha scritto è di quelle che ti tengono con il fiato sospeso dall'inizio alla fine e che il film, che sarà nelle sale dal 3 novembre, promette di non deludere le aspettative di chi ha letto il suo libro.