Uno degli ospiti più attesi del Lucca Comics and Games di quest'anno, è stato senza dubbio il mangaka Kazuhiro Fujita, autore del celebre Ushio e Tora. Il giapponese è stato accolto dai suoi fan italiani molto calorosamente, iniziando una sessione di autografi ed interviste. Fujita è stato ospite della casa editrice Star Comics che per l'occasione, ha deciso di riproporre il fumetto cult del mangaka in una nuova e superba edizione: Ushio e Tora Perfect Edition. Lo staff di Animeclick, una delle più serie e famose realtà no-profit specializzata in manga ed animazione giapponese, ha avuto modo di scambiare qualche parola con l'autore nipponico, in un'intervista di cui vi proponiamo il in questo articolo, il sunto della parte iniziale.

Kazuhiro Fujita: l'intervista di Animeclick

Durante l'intervista allo staff di Animeclick, il "sensei" Kazuhiro Fujita ha avuto modo di parlare dei vari manga disegnati nel corso degli anni. Il mangaka in questione può vantare oramai un lungo e pregevole curriculum vitae. Il giapponese ha dichiarato che quando parla delle sue opere è un pò come se stesse parlando dei suoi figli. Fujita ha affermato di metterci molta passione quando crea un fumetto. Sembra non avere una predilezione particolare per un suo titolo rispetto agli altri, tuttavia, l'autore ha dichiarato: "Se proprio dovessi sceglierne uno, dico Souboutei Kowasu Beshi". L'opera in questione è ancora in corso in Giappone ed al momento in madrepatria sono usciti due volumetti. Il manga risulta ancora inedito in Italia.

I migliori video del giorno

I fumetti di Kazuhiro Fujita sono rivolti ad un pubblico adolescenziale, tuttavia tali opere sono contraddistinte da un elemento inconfondibilmente horror. Al maestro è stato quindi chiesto se si fosse mai dovuto limitare in tal caso, essendo i suoi lettori perlopiù molto giovani. Fujita ha dichiarato che la violenza nei suoi manga non viene mai mostrata a livelli particolarmente esagerati e non si spinge mai oltre una certa soglia. Riguardo l'horror, Sensei Fujita ha dichiarato di adorare un regista nostrano: stiamo parlando ovviamente di Dario Argento. Per aggiornamenti sul mondo dei manga e dell'animazione giapponese, cliccate Segui.