Ogni generazione ha la sua icone del Cinema action. Se per coloro cresciuti negli anni ottanta e novanta questi erano i vari Stallone e Steven Seagal, negli anni duemila uno dei nomi più in voga è senza dubbio quello di Jason Statham. L'attore inglese non smentisce la sua fama e torna nei panni del killer professionista Artur Bishop in Mechanic: Resurrection, nuovo film di Dennis Gansel e secondo capitolo della saga iniziata nel 2011 da Simon West. Il regista tedesco confeziona un action movie canonico, legato agli standard del genere, con tutti i suoi pregi e difetti, ma che comunque sa regalare tanto divertimento grazie a sequenze spettacolari e a tratti fantasiose.

Il cast, oltre il già citato Statham, vede al suo interno due star come la bellissima Jessica Alba e il mitico Tommy Lee Jones.

La trama

Dopo una lunga carriera da killer professionista, Artur Bishop ha deciso di ritirarsi e godersi la vita in Brasile fino a quando, però, non gli viene fatta una nuova proposta di lavoro che consiste nel compiere tre omicidi. Il protagonista in un primo momento rifiuta, ma poi si ritroverà costretto a svolgere il compito nel momento in cui la sua donna viene rapita per costringerlo ad accettare. Inizia così una lunga corsa contro il tempo per salvare l'innocente ragazza.

Giudizio critico

Le differenze con il capitolo precedente sono ben evidenti fin dalle prima battute. La prima cosa che balza all'occhio, infatti, è una maggior tasso spettacolare che, oltre ad essere la spia di un budget decisamente superiore, è la diretta conseguenza di un cambio di rotta narrativo netto ed evidente.

I migliori video del giorno

Messa completamente da parte qualsiasi forma di analisi psicologica dei personaggi, Gansel impone al suo film una vena da action film vecchio stampo con tanto di azioni ai limiti della realtà, atmosfere esotiche e paesaggi suggestivi e un intreccio tutto basato sulla sete di vendetta e la volontà del protagonista di salvare la sua amata. Abbondano duelli corpo a corpo e sparatorie piuttosto rocambolesche e ben girate che traggono beneficio dalle suddette ambientazioni, come dimostra l'adrenalinica sequenza in cui Statham si arrampica su un grattacielo come se fosse un felino. Insomma, Mechanic: Resurrection rappresenta tutto ciò che il pubblico si aspetta da un film di questo tipo e renderà felici e soddisfatti gli amanti del genere.