3

La La L’altro

E’ il 27 febbraio 2017 ed è l’89esima edizione della notte degli Oscar. Arriva nelle mani dell’attore Warren Beatty la busta con il nome del vincitore per la categoria “miglior film”. Lui e Faye Dunaway si guardano e annunciano con entusiasmo la tanto attesa vittoria di La La Land. Il pubblico applaude energico e i produttori del film vincitore salgono sul palco e iniziano i ringraziamenti. È come sempre un momento commovente e magico, anche se il premio per “La La Land” era già nell’aria da giorni. Purtroppo è un errore, e pochi minuti dopo viene annunciato che invece ha vinto come categoria miglior film “Moonlight” di Barry Jenkins.

Ad annunciare la gaffe, correndo sul palco con affanno, è il presentatore Jimmy Kimmel. Si creano dei momenti di imbarazzo e viene annunciato che Warren Beatty ha letto la busta sbagliata.

La nota società di revisione che si occupa del conteggio dei voti per l’assegnazione degli Oscar, la PriceWaterhouseCooper, dopo essersi scusata per l’errore, ha dichiarato di voler aprire un’inchiesta per capire cosa è andato storto.

In realtà secondo quanto dichiarato da Kimmel, nella busta erano presenti due biglietti: uno con scritto “Moonlight”, l’altro con scritto “Emma Stone per La La Land”. Quale fosse il motivo, non è stato dichiarato. Purtroppo nelle mani di Beatty è capitato il biglietto con La La Land il cui testo spiegherebbe il motivo degli sguardi tra Beatty e Faye Dunaway.

I migliori video del giorno

I premi di La La Land

Nonostante tutto, La La Land di Damien Chazelle, resta comunque un film di successo, che ha ottenuto 14 nomination e che ha poi vinto sei Oscar tra le categorie di maggior prestigio. Il Musical, infatti, ha vinto il premio per la migliore regia, facendo entrare Chazelle nel guinness dei primati: a soli 32 anni è il più giovane ad aver vinto nella storia degli Oscar. Ha poi vinto il premio come migliore attrice protagonista, con Emma Stone. Tra gli altri premi, migliore sceneggiatura e migliore colonna sonora. Pur non avendo vinto il premio quel miglior film, resterà comunque nella storia per questa clamorosa gaffe.

Altri errori

Se questo non fosse sufficiente, un altro errore non è passato inosservato durante lo show.

Come ogni anno, sono state trasmesse le foto degli artisti scomparsi di recente, per onorarne la memoria, Purtroppo quando è stata ricordata la costumista Janet Patterson, scomparsa nel 2015, è stata trasmessa una foto di un'altra persona. Quest’ultima, Jan Chapman, è una produttrice cinematografica australiana, grazie a Dio viva e vegeta, che ha dichiarato di essere rimasta sconvolta dall’accaduto.

Nonostante tali incredibili errori, che passeranno alla storia, la notte degli Oscar resta comunque una nottata affascinante e ricca di emozioni. Tra vestiti preziosi, divi affascinanti e film di grande impatto, è davvero impossibile non lasciarsi catturare dalla sua atmosfera.