Una vita dedicata alla scienza e, in particolare, all’osservazione degli animali per comprenderne il linguaggio e i comportamenti: Danilo Mainardi, etologo di fama internazionale, si è spento all’età di 83 anni.

Amante della Natura

Il suo amore per la natura era nato durante la guerra: in quel periodo, infatti, visse nelle campagne vicino Cremona, dove iniziò a scrutare il comportamento degli animali. Grande amico di Piero Angela, con cui condivideva la passione per i misteri della scienza, fu professore di Zoologia, Biologia ed Etologia.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Ambiente

Pubblicò numerosi libri tra cui Il comportamento animale e La città degli animali. A portarlo via da tutti i suoi estimatori, “una lunga malattia non priva di complicazioni” come ha dichiarato la moglie Patrizia, che gli è stata accanto fino all’ultimo.

Carriera scientifica

Durante la sua brillante carriera, fu anche presidente onorario della Lipu, la Lega per la protezione degli uccelli e membro dell’Accademia Nazionale delle Scienze e dell’International Ethological Society. Da tempo collaborava con il Corriere della Sera, attraverso le cui pagine raccontava il comportamento di tutti gli animali, per i quali nutriva un profondo amore, una passione che lo ha accompagnato fin da bambino. Proprio il Corriere della Sera nel dedicargli un bellissimo ricordo, cita una frase che Danilo Mainardi era solito utilizzare per descrivere se stesso: “Chi dietro a li uccelin sua vita perde...” tratto da La bella zoologia per la cui pubblicazione utilizzò una frase della Divina Commedia di Dante, XXIII Canto del Purgatorio.

Come ricorda il Corriere, Danilo Mainardi spiegava che: “Esistono, oltre all’umana, altre vite e altre intelligenze che non sono solo ricche di fascino ma, per tanti e differenti motivi, meritevoli di essere conosciute.

I migliori video del giorno

La zoologia è una disciplina bellissima, che tanto può regalarci sia di conoscenza che di gioia di vivere”.Nonostante le sue numerose pubblicazioni, le sue infinite teorie sul mondo animale e gli importantissimi riconoscimenti ottenuti in ambito scientifico, Danilo Mainardi era una persona semplice e proprio grazie a quella sua semplicità, era riuscito a spiegare il mondo animale in maniera tale che fosse comprensibile e alla portata di tutti.