In seguito al successo delle rappresentazioni in Romania ed in Francia, l'opera contemporanea "Il Re Cervo", del compositore Angelo Inglese, debutta questa settimana in Italia. La composizione è stata scritta per il progetto europeo "Senses", dedicato al Teatro sensoriale; la produzione è del Teatro Nae Leonard di Galati, in Romania, che ne ha ospitato la prima esecuzione mondiale alla fine del 2016. Inoltre, sempre a Galati è stata eseguita una replica a metà maggio, che ha inaugurato la tournée europea dell'opera.

Dopo la tappa rumena, lo spettacolo è stato presentato in prima francese ad Avignone, con due recite, presso il Teatro Des Carmes.

La tournée si conclude con la prima esecuzione italiana a Milano, al Pacta Salone, il 27 ed il 28 Maggio, rispettivamente alle ore 20.30 ed alle 16.00.

Sul podio il maestro concertatore Angelo Inglese, che dirige l'Orchestra Sinfonica del Teatro Nae Leonard ed un cast di interpreti di grande livello, in cui spiccano il soprano sudcoreano Young Ju Kim ed il baritono italiano Carmine Monaco. Opera in tre atti, su libretto di Paolo Bosisio, "Il Re Cervo" è una fiaba tragicomica in versi e prosa che fa parte delle commedie popolari di Carlo Gozzi, drammaturgo veneto del settecento.

L'Autore

Figlio d'arte, Angelo Inglese ha iniziato molto precocemente gli studi di clarinetto, pianoforte e violino con il padre Giuseppe, a sua volta clarinettista e compositore. Di origini pugliesi e romano di adozione, si è diplomato in composizione al Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari ed al Conservatoire Superieur de Musique di Parigi, città dove ha vissuto cinque anni per motivi di studio e dove ha vinto il Premier Prix con il brano "Messa da Requiem".

I migliori video del giorno

Ha inoltre vinto il primo premio nell'edizione del 1996 del Concorso Internazionale di Composizione "2 Agosto" di Bologna. Il Maestro Ennio Morricone, Presidente della Giuria di quell'edizione del concorso, ha voluto ulteriormente segnalare la composizione vincitrice con una nota di merito.

Grazie alle sue doti compositive è stato chiamato a collaborare con i più grandi musicisti contemporanei, tra cui: Raina Kabaivanska, Renata Scotto, Daniel Oren, Valery Gerghiev e con numerose orchestre nazionali ed internazionali. Il suo ampio catalogo comprende lavori di musica da camera, sinfonica ed operistica. Attualmente sta lavorando alla realizzazione di un CD insieme all'orchestra Svetlanov di Mosca.