Immergersi in un mondo incantato, dove i ritmi si affievoliscono nella natura incontaminata, con le montagne a fare da scenografia. Da giovedì 6 a domenica 9 luglio a Courmayeur, in Val Vény, riparte la ventunesima edizione di Celtica Valle D’Aosta.

Celtica: concerti, danza e workshop ai piedi del Monte Bianco

Celtica è la festa internazionale di musica, arte e cultura celtica, che prende vita nella magica atmosfera del Bosco del Peuterey, ai piedi del Monte Bianco. Ogni anno migliaia di visitatori accettano l’invito a trascorrere giornate di tempo libero costellate da iniziative di vario genere. Per il 2017 saranno oltre 200 gli eventi in programma.

Trenta i concerti e gli spettacoli di danza con workshop, conferenze, attività per i bimbi e quadri storici. La storia di Celtica parte nel 1997. Un gruppo di appassionati decide di lanciarsi in una nuova avventura e fondare l’associazione culturale Clan Mor Arth, Clan della Grande Orsa. Da allora il sodalizio non si è più fermato. L’appuntamento è diventato annuale, con un grande successo di pubblico. I partner istituzionali di Celtica Valle D’Aosta sono il Consiglio Regionale della Valle D’Aosta, il Comune di Courmayeur e Regione Valle D’Aosta.

Il sogno di Celtica resta quello di creare una manifestazione per far tornare alla memoria la vita e i ritmi di un popolo antico, i Celti. Popolazione di origine indoeuropea, portatore della cultura di La Tène, sviluppata durante l’Età del Ferro, nell’area compresa tra il Danubio e l’alto Reno (l’attuale Germania meridionale, Francia orientale e Svizzera settentrionale).

I migliori video del giorno

I Celti vissero un’esistenza frazionata, a causa delle pressioni dei Germani da nord, e dei Romani da sud. Nonostante tutto un popolo con una cultura originale, legata alla natura, al potere terapeutico delle acque, della danza, della cromoterapia e della musica. Il luogo sacro per eccellenza per i Celti era il bosco, mentre la quercia e il vischio venivano considerate piante sacre. Le quattro giornate di Celtica Valle D’Aosta saranno all’insegna della libertà dell’individuo. Il cuore pulsante dell’intera manifestazione della Val Vény sarà l’incontro, la condivisione e il piacere di stare insieme in armonia.

Il programma dell'evento

L’apertura ufficiale ad Aosta giovedì 6 luglio alle 21 al Teatro Romano con l’arpista Vincenzo Zitello e la band scozzese Hò-Rò. Il clou degli eventi di tutte le giornate, dal mattino fino a notte fonda, il Bosco del Peuterey. Fino al 9 luglio ogni giorno sarà animato da eventi musicali di artisti di livello internazionale. Fra gli altri, l’originalità degli Event Horizon, tra musica tradizionale scozzese-irlandese e dance elettronica, Uncle Bard&The Dirty Bastards, prima band italiana di folk-rock irlandese, il trio Sleego, i canavesani Boira Fusca e le cornamuse della Orobian Pipe Band.

La scelta per i visitatori è davvero ampia. Oltre ai concerti e la musica ampio spazio ad altri eventi, come la sfilata di costumi celtici e il flashmob Kiltatevi tutti! nel pomeriggio di sabato 7 luglio. Finora i biglietti venduti on line sono più di 3mila da tutta Italia e da Francia, Spagna, Gran Bretagna, Germania, Svizzera e Austria. I dettagli sul programma di Celtica Valle D’Aosta si possono consultare sul sito celtica.vda.it. e sui social in continuo aggiornamento.