Sono stati celebrati nel pomeriggio di oggi i funerali di Paolo Limiti, scomparso all’età di 77 anni a causa di una brutta malattia con la quale lottava ormai da un anno. Presenti alla funzione, tenutasi presso la chiesa di Santa Maria Goretti a Milano, tanti fan e tanti amici, noti e non. Tra questi, Mara Venier [VIDEO], Silvana Giacobini, Roberto Alessi e Ricky Gianco, ma anche vicini di casa e abitanti del quartiere, con i quali scambiava sempre una parola, con quella gentilezza delicata che lo contraddistingueva in tv come nella vita di tutti i giorni.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Rap

A farsi notare è stata l’assenza di Justine Mattera, showgirl e moglie di Limiti dal 2000 al 2002. La cerimonia è stata resa ancor più toccante dalla lettura di alcuni testi scritti dal conduttore tv e paroliere, oltre che di poesie di Mario Luzi.

Paolo Limiti conduttore e paroliere

Per la sua attività, in modo particolare in Rai, con la quale collaborava dal 1968, era stato definito “padre della tv della memoria”. Tra le sue trasmissioni più riuscite, "Paolo Limiti show", "Dove sono i Pirenei?", "E l'Italia racconta", "Alle 2 su Rai1", ma, soprattutto, “Ci vediamo in tv”, sempre accompagnato dalla mitica “Floradora”, simpaticissimo pupazzo parlante.

Non si possono, inoltre, dimenticare le collaborazioni con Pippo Baudo, Raffaella Carrà, Luciano Rispoli e Mike Bongiorno, per il quale firmò “Rischiatutto”.

In ambito musicale, Limiti scrisse per Mina i testi di “Bugiardo e incosciente”, "Ballata d'autunno" e “La voce del silenzio”, oltre ad altri testi per Ornella Vanoni, Al Bano e Romina Power, Peppino Di Capri, Mia Martini, Dionne Warwick e tanti altri artisti di calibro internazionale.

I migliori video del giorno

I messaggi di cordoglio dal mondo dello spettacolo

Sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati dal mondo dello spettacolo. Primo fra tutti, quello di Mara Venier,

,

che lo ha definito una “colonna portante della tv italiana”; oppure Carlo Conti, per il quale Limiti è stato “protagonista della storia della musica e della tv”, e, ancora, la famiglia Bongiorno.

Tante critiche sui social ha invece scatenato il controverso tweet di Luca Bizzarri.

L’eredità lasciata da Limiti

Paolo Limiti ha lasciato alla Fondazione Cineteca di Milano una donazione composta da riviste, libri, dvd e fotografie su protagonisti del cinema e della musica che conta oltre 3000 pezzi. La collezione sarà consultabile e disponibile al pubblico a Milano, presso la Biblioteca di Morando, in via Tofane.