La dark polo gang è sicuramente una delle realtà più emblematiche, chiacchierate e controverse della nuova scena Rap italiana. Il giovane collettivo romano composto da Tony Effe, Pyrex, Side, Wayne e Sick Luke è ormai da mesi costantemente al centro dell'attenzione mediatica, ed ha ottenuto risultati numericamente degni di nota proponendo uno stile in buona parte inedito per l'Italia, sia da un punto di vista prettamente musicale, ma anche e soprattutto a livello comunicativo e di immagine.

La gang più discussa d'Italia

I membri della Dark Polo Gang hanno letteralmente diviso il pubblico, pur essendo idolatrati da molti infatti – soprattutto giovanissimi – sono stati accusati spesso e volentieri di proporre brani totalmente privi di contenuto, diseducativi, intrisi di materialismo spicciolo, il cui unico scopo sembrerebbe essere quello di esaltare il valore del denaro, la mercificazione della donna e l'utilizzo di sostanze stupefacenti.

Le critiche sono arrivate quasi sempre dagli ascoltatori di rap più tradizionalisti e legati alla cultura hip hop, che, oltre a contestare il 'messaggio' del gruppo di Tony Effe e soci [VIDEO], hanno criticato questi ultimi anche da un punto di vista prettamente tecnico, descrivendo i loro testi come poveri di rime, e quindi privi di metrica e di qualsivoglia valore lirico.

In un panorama del genere le parole spese in favore della DPG da parte di fabri fibra in una recente intervista sono sicuramente destinate a far discutere.

Fabri Fibra sulla DPG: 'Ascoltarli è come vedere La Grande Bellezza'

Il rapper di Senigallia, pilastro dell'hip hop italiano e figura di riferimento per la scena rap, ha spezzato una lancia in favore del controverso collettivo romano, lo ha fatto in un'intervista ricca di contenuti nella quale l'autore di 'Fenomeno' ha avuto inoltre la possibilità di raccontare di aver rinunciato al ruolo di giudice a X Factor, svelando nel dettaglio l'entità della somma rifiutata [VIDEO].

'Molto', con queste parole il rapper classe 1976 ha risposto al giornalista che aveva azzardato un 'Secondo me ti piacciono' in riferimento alla Dark Polo Gang; Fibra ha proseguito poi con ulteriori attestati di stima nei confronti della DPG, queste le sue parole: 'Sentirli è come vedere La Grande Bellezza, interpretano in chiave moderna e hip hop l' eterna decadenza romana [..] I più anziani entrano in crisi perché sono spiazzati.'