6

Giovedi, 5 ottobre 2017, presso lo ZAC_ Zisa Arti Contemporanee di Palermo, presso i Cantieri Culturali della Zisa, è stata inaugurata la mostra personale dell'artista israeliano Shay Frisch, intitolata "Campo 121745_B/N" e sarà possibile visitarla dal 6 ottobre al 19 novembre 2017. La mostra sarà curata dal noto ed autorevole critico d'arte, saggista e accademico, Dott. Achille Bonito Oliva.

Fascino 'Magnetico'

Un alternarsi di piccoli moduli, tasselli color nero onice, lucidi come specchi oscuri, che si connettono l'un l'altro: un puzzle energetico misteriosamente plasmato e magistralmente assemblato con precisione chirurgica.

Un percorso, una strada, una carreggiata fatta di connettori elettrici ( guai a chiamarle semplicemente "prese elettriche") che tracciano magicamente una scia luminosa di colore rosso acceso, che dà vita all'inanimato, che traccia il corso del flusso elettrico concentrandolo nel nucleo più profondo e centrale dell'intera installazione.

Il flusso "infuocato" trascina magneticamente l'attenzione e sembra imporsi sulla volontà dell'osservatore: il percorso è quasi obbligato, impossibile resistere nel proseguire e lasciarsi condurre verso quel vortice luminoso che fissa la metà dell'intero percorso. Il vortice, che sembra ricordare vagamente un bersaglio, a tratti un buco nero gravitazionale, con la sua luce bianca fredda e fluorescente, avvolge e sconvolge inevitabilmente l'osservatore e lo conduce verso una nuova dimensione, una nuova energia.

I migliori video del giorno

Le forme geometriche prendono forma a poco a poco, pezzo dopo pezzo, connettore dopo connettore per poi prendere vita attraverso il flusso elettrico che si sviluppa intrinsecamente nei filamenti metallici.

Esperienza unica

Il visitatore più esperto, ma anche il meno attento, non può restare indifferente a quell'inaspettato "flusso di corrente", creato da piccoli elementi, semplici ed essenziali, comunemente utilizzati nelle nostre case per accendere un qualsiasi dispositivo elettronico o anche una semplice lampadina: l'essenza semplice di un'invenzione geniale e fuori dagli schemi tradizionali. Un elemento altrettanto fondamentale, ma silenzioso all'interno dell'installazione, è lei, l'energia: il nucleo vivo, attivo ed incontenibile che genera, che libera creatività, che trascina e ammalia col suo fascino inafferrabile. Un'esperienza sensoriale unica e straordinaria imperdibile.