5

Cadere e rialzarsi! Questo ha fatto Mike Shinoda, co-fondatore e leader dei Linkin' Park ed oggi produttore ed artista poliedrico del mondo della musica [VIDEO] che prova a varcare quella soglia che per molti ha significato gloria o disfatta. La carriera solista potrebbe in effetti camminare di pari passo con un progetto rinnovato, visto il prematuro decesso del vocalist Chester Bennington, proprio dei Linkin' Park.

Shinoda da solo

Il percorso indicato dal leader dei Linkin' Park ha già segnato una prima tappa, lo scorso 25 Gennaio, quando uscì l'EP "Post Traumatic", ma un nuovo capitolo è alle porte. E' significativo, però, il modo in cui Shinoda ha radunato i fan, coinvolgendoli in un flash mob presso la Tower Records in cui l'annuncio del prossimo album ha coinciso con un grande "casting" che ha visto coinvolti proprio coloro giunti ad abbracciare le novità proposte da Mike Shinoda.

Saranno "attori" protagonisti del prossimo videoclip dell'artista, in quella che appare un'operazione di marketing massiccia volta a portare entrambi i progetti musicali avanti coinvolgendo una piattaforma di appassionati già molto ampia. I fan avevano a disposizione solo 45 minuti di tempo per arrivare sul posto e partecipare alle riprese del videoclip. Una campagna di comunicazione fatta grazie ad un post su Instagram, il resto è tutto nella passione di chi vive di musica rock. I tempi, probabilmente, sono maturi per vedere Shinoda alternare rap e melodie cantate ed anche la struttura dei brani, come emerge dal precedente EP, risulta equilibrata e piacevole.

Linkin' Park

E' bastato un post di pochi giorni fa sul profilo Instagram da parte del bassista della band, Dave "Phoenix" Farrell, per scatenare i fan della band, un'immagine che ritrae i componenti del gruppo californiano impegnati in sala registrazione con i microfoni pronti a catturare le nuove sonorità dei Linkin' Park.

Mike Shinoda, Brad Delson e lo stesso bassista, Farrell, sono immortalati in studio per scrivere una nuova pagina della storia della band che lo scorso 20 Luglio ha visto un concerto tributo: Linkin' Park and Friends: Celebrate life in Honor of Chester Bennington, evento a cui hanno partecipato, tra gli altri, Sum 41, System of a down, Blink 182 e Korn, un concerto che si è tenuto all'Hollywood Bowl lo scorso 27 Ottobre, a poco meno di tre mesi dalla morte del frontman storico. Oggi resta da capire come suonerà