Young Signorino ha concesso ai microfoni di Noisey Italia la sua prima vera e propria video intervista, durante la quale ha risposto a domande relative alle più disparate tematiche ricollegabili al suo controverso percorso umano e artistico: dai dissing con i colleghi alla droga, dalla depressione alla ritrovata felicità con la sua fidanzata, dai problemi con l'ex manager al rapporto con i supporter ed i detrattori.

Il chiacchierato artista originario di Cesena, che ha raccontato di aver abbandonato la casa dei genitori [VIDEO]già all'età di quindici anni, ha confermato ancora una volta, come già fatto in passato – ma mai in video prima d'ora – di essersi auto-indotto una condizione di coma farmacologico in passato, con lo scopo di cambiare personalità.

Young Signorino è un 'Coma Lover'

"Coma Lover (canzone di Young Signorino, ndr) è nata quando sono andato in coma, dato che a me questa cosa ha aiutato molto, il significato è semplicemente 'amante del coma', ha dichiarato Paolo Caputo – questo il vero nome del giovane classe 1996 – prima di rievocare quella che può tranquillamente essere definita come la nascita del progetto Young Signorino: "Mi ricordo quando sono andato via dall'ospedale dopo il coma, per poter lasciare la struttura avrei dovuto firmare delle carte, e invece sono semplicemente andato via e ho preso un taxi, mentre stavo ancora indossando il camice. Dovevo andare a registrare il primo pezzo di Young Signorino: Soldi e Mocassini".

Le parole che però, con ogni probabilità, faranno discutere maggiormente supporter, detrattori e curiosi [VIDEO]di ogni sorta sono arrivate al minuto 7' – quando ha parlato della scelta di auto-indursi il coma – e al minuto 10' dell'intervista, quando all'autore di 'Mmh ha ha ha' è stato chiesto se, secondo la sua opinione, sarebbe riuscito ad affermarsi artisticamente senza l'utilizzo di sostanze stupefacenti, queste le parole del cantante:

"So che con questa risposta non sto dando un esempio positivo, però no, non ci sarei riuscito, quel percorso mi ha aiutato molto.

I primi pezzi li facevo che ero sotto effetto di molte droghe diverse, infatti gli ascoltatori se ne erano accorti, però mi hanno sempre supportato".

Il complicato rapporto con l'ex manager

Nel corso della vide intervista il 'Coma Lover' più famoso d'Italia ha avuto anche modo di togliersi qualche sassolino dalla scarpa, affermando ripetutamente di essere stato fortemente limitato, sia a livello umano che artistico, dal suo ex manager. Il cantante ha anche disconosciuto la paternità artistica del controverso videoclip del brano 'Vestito Nudo', idea del sopracitato manager, che Young Signorino ha descritto come 'Abbastanza ridicola'.