La vita da rockstar è piena di imprevisti, specie se sul palco piove di tutto. Ne sanno qualcosa gli Aerosmith protagonisti di un incidente a dir poco rocambolesco: è il 10 ottobre del 1977 e la band è in concerto all'arena Spectrum di Philadelphia quando una "bomba a ciliegia" arriva sul palco e rischia di trasformare la serata in una tragedia.

La band è alla fine dello show: il cantante Steven Tyler e il chitarrista Joe Perry stanno risalendo sul palco per fare il bis, quando un fan lancia una bomba a ciliegia.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Curiosità

Ad avere la peggio sono proprio loro, che sono i più esposti all'esplosione. Questa è la testimonianza del secondo chitarrista Brad Whitford: "Stavamo tornando sul palco per fare il bis, stavo salendo le scale dietro Steven e Joe e ho sentito il frastuono della bomba ciliegina che si spegneva.

Steven si coprì immediatamente la faccia e c'era del sangue che spuntava dal braccio di Joe. Siamo andati subito al pronto soccorso."

L'incidente fu piuttosto grave e avrebbe potuto avere conseguenze peggiori: la cornea di Steven Tyler rimase ustionata e Joe Perry riportò una grave ferita alla mano. Inutile dire che l'incidente ha scosso profondamente la band. In quel periodo la rock band americana era in tour per promuovere il quinto album Draw the line: in quegli anni il gruppo se la passa magnificamente, anche se conduce una vita estrema, tra eccessi e abusi. Dopo i successi milionari di Toys in the attic (1975) e Rocks (1976) il gruppo inizia ad accusare seri problemi dovuti all'abuso di droghe da parte del cantante e del chitarrista, definiti, non a caso "Toxic Twins".

A volte ritornano

Dopo l'incidente per un po' di tempo la band, scossa e arrabbiata per l'accaduto, declina le offerte per tornare a suonare nella città di Philadelphia: cambia idea però a distanza di un anno.

Il 25 novembre del 1978 gli Aerosmith tornano nella stessa città per un concerto tutto esaurito: e anche stavolta però, neanche a farlo apposta, sono vittima di un incidente, seppur meno grave.

Una bottiglia di vetro di birra viene lanciata sul palco mentre la band ha appena iniziato la quinta canzone in scaletta: la bottiglia si infrange e va in frantumi, alcune schegge di vetro schizzano dappertutto e colpiscono il malcapitato Steven Tyler, ferendolo in pieno viso.

È sempre Brad Whitford a ricordare questo episodio con grande lucidità nella sua autobiografia: "Backstage, Steven sta tenendo un asciugamano sulla sua faccia insanguinata, e vuole tornare sul palco! La votazione è quattro contro uno, e così due minuti dopo siamo in limousine". Ed è così che la band cancella lo show.

Sicuramente gli Aerosmith non sono stati l'unico gruppo vittima di incidenti sul palco: basti pensare ad un'altra grande rock band, come gli U2, che ha da poco compiuto 42 anni di onorata carriera. Oggi comunque i concerti appaiono certamente molto più tranquilli, in modo speciale per i musicisti sul palco: e magari per fare arrabbiare la band di Tyler e Perry ci vuole dell'altro, basti pensare a Donald Trump, denunciato dalla band per aver usato un loro brano durante un suo comizio.