Nessuna cerimonia, nessuna sepoltura. Karl Otto Lagerfeld sparirà come fanno “gli animali della foresta vergine”. Queste, secondo il giornale francese Le Monde, sono le ultime volontà del Kaiser della Moda, morto ieri 19 febbraio nell’ospedale di Neuilly-sur-Seine in Francia. Come confermato anche dalla maison Chanel, lo stilista verrà cremato e le sue ceneri verranno mischiate a quelle della madre e del suo grande e unico amore, il dandy francese Jacques de Bascher.

Pubblicità
Pubblicità

Se fosse venuta a mancare prima di lui, nella stessa urna si sarebbero trovate anche le ceneri della gatta Choupette, diventata, invece, un’ereditiera, essendo sopravvissuta al “papà Karl”.

Jacques de Bascher, malato di Aids, è morto prematuramente nel 1989 creando nella vita di Lagerfeld un vuoto incolmabile. Lo stilista aveva trattenuto per sé una parte delle ceneri con l’intento di ricongiungersi al partner dopo la morte.

Non furono tutte rose e fiori

Il loro fu un amore piuttosto travagliato, fatto anche di scandali e tradimenti.

Karl Lagerfeld celebrates 100 years of Chanel | ♡ Pretty Fashion ... - wordpress.com
Karl Lagerfeld celebrates 100 years of Chanel | ♡ Pretty Fashion ... - wordpress.com

Come descritto nel libro Jacques de Bascher, dandy de l’ombre, della giornalista francese Marie Ottavi, i due si conobbero quando erano giovani e si innamorarono, parlando per ore di letteratura tedesca, dell’Iliade e dell’Odissea. Andarono presto a vivere insieme in rue du Dragon, nel quartiere parigino di Saint-Germain.

Jacques de Bascher era alto, magro, con gli occhi azzurri. "È l’uomo più chic ed elegante che io abbia mai incontrato qui in Francia – diceva Karl Lagerfeld-.

Pubblicità

Ha il volto di Greta Garbo". Ma sempre nella stessa intervista il Kaiser sottolineava anche il suo essere “insopportabile” e “intollerabile”.

Quella del Dorian Gray parigino degli anni ’70 era una vita di eccessi: locali ed eventi vip, alcool e droga, una passione per il sesso e per la bellezza carnale. Il lavoro era qualcosa di “disdicevole”. Amava la società parigina, pur non sottostando mai alle sue regole. In questa continua ricerca del nuovo e dell’eccesso incontrò un altro stilista, rivale di Lagerfeld, Yves Saint Laurent, di cui fu l’amante per diversi mesi. Questo episodio spaccò in due il mondo della moda parigina, trasportando la competizione dalle passerelle alla camera da letto.

L’amore vince su tutto

Ma nonostante questo Lagerfeld e de Bascher rimasero insieme fino alla fine, 18 anni in tutto. Il loro era anche in terra un amore etereo: Lagerfeld, infatti, ha sempre sostenuto di non averci mai dormito insieme. Le loro erano anime connesse, nonostante l’essere diversi, se non opposti.

Sempre nella biografia scritta dalla Ottavi, Lagerfeld raccontava di essere ancora in buoni rapporti con la famiglia di Jacques. "Mando alla madre ancora dei ritratti con scritto: 'Mi basta chiudere gli occhi e lo rivedo' ".

Pubblicità

Il loro incontro è ormai eterno.

Clicca per leggere la news e guarda il video