Ieri sera su Rai Tre è andata in onda l'attesissima intervista concessa da Salmo a Manuel Agnelli, per la seconda puntata della seconda edizione del format 'Ossigeno', che nello stesso episodio ha ospitato anche Rancore, Daniele Silvestri ed il noto scienziato di fama internazionale Stefano Mancuso, tra i precursori della neurobiologia vegetale.

Pubblicità
Pubblicità

L'intervista all'artista sardo è stata molto breve ma altrettanto intensa, ed ha permesso al rapper olbiese classe 1984 di puntualizzare alcuni concetti che sembrano stargli particolarmente a cuore, come l'importanza della musica suonata dal vivo, o il fatto che un rapper non possa e non debba farsi problemi a parlare di Politica, allo stesso tempo però, secondo Salmo, nessun artista dovrebbe sentirsi 'in dovere' di affrontare tematiche socio-politiche.

Fabri Fibra, Salmo, Matteo Salvini e Sfera Ebbasta.
Fabri Fibra, Salmo, Matteo Salvini e Sfera Ebbasta.

Sempre parlando della questiona politica, Salmo è incorso in un piccolo lapsus: facendo riferimento al suo scontro dialettico con Matteo Salvini, ha infatti definito quest'ultimo come un 'Capo di Stato'. Salmo è stato interpellato anche relativamente all'ormai ampiamente discussa polemica su Sfera Ebbasta, difendendo ancora una volta il collega, sottolineando come i testi di Fabri Fibra – che recentemente l'autore di Playlist ha descritto come il suo maestro – siano evidentemente più espliciti di quelli del Trap King di Cinisello Balsamo, che in confronto, secondo il suo giudizio, sarebbero da considerare 'leggeri'.

Pubblicità

Salmo: la questione trap e la politica nel rap

"Credo che accanirsi con i testi della trap sia da bigotti – ha dichiarato il rapper – tipico bigottismo italiano. Parlando di quello che è successo a Sfera Ebbasta, sai che in Italia (Salmo si rivolge direttamente al suo interlocutore, Manuel Agnelli, ndr) dobbiamo sempre dare la colpa a qualcuno. In quel caso (si riferisce a Corinaldo, ndr) hanno deciso di incolpare i testi di Sfera, che è un bravissimo artista, ma io ti assicuro che scrive cose normali, anzi, i suoi testi sono molto leggeri.

La mia generazione invece è cresciuta ascoltando Necro, Eminem o Fabri Fibra.. hai mai sentito cosa scriveva Fabri Fibra ? Ha detto delle verità assolute, quelle sì che erano pesantissime. Cosa avrebbe dovuto fare la gente allora ? Spararsi in testa ?".

Successivamente Salmo ha dichiarato di aver avuto dei problemi con un Capo Di Stato, si tratta però di un lapsus, il rapper infatti non ha mai avuto problemi con alcun Capo di Stato, ma con Matteo Salvini, vice Premier e ministro dell'Interno.

Pubblicità

Queste le sue parole:

"Io non credo che un artista debba necessariamente prendere una posizione politica: 'Deve' è la parola sbagliata. Però, io ho avuto un problema con un Capo di Stato, e già questa è una cosa che fa ridere. Poi mi hanno scritto in molti, invitandomi a limitarmi a fare musica e non parlare di politica. Ma dire a un rapper di fare musica e non fare politica è una str..., sta a significare che gli italiani non hanno minimamente capito cosa sia il Rap, quale sia la sua cultura".

Pubblicità

Leggi tutto