Il chitarrista dei Genesis, Steve Hackett, tornerà a a Roma la prossima estate dopo il tutto esaurito dello scorso 29 aprile in occasione del concerto al Teatro Brancaccio. Il celebre chitarrista dei Genesis si esibirà stavolta sotto la prestigiosa cornice della Cavea dell’Auditorium Parco della Musica il prossimo sabato 20 luglio, e con questa data concluderà il suo tour estivo italiano. Sicuramente saranno tra i concerti più attesi da tutti gli amanti del genere progressive.

Il tour italiano di Steve Hackett

Il tour italiano di Steve Hackett diventa sempre più interessante: dopo gli appuntamenti confermati nelle scorse settimane, arriva una nuova conferma, il concerto nella capitale che terrà il prossimo 20 luglio. Saranno quindi ben cinque gli spettacoli italiani per lo storico chitarrista dei Genesis che, oltre alla data nella capitale, suonerà il prossimo 14 luglio a Genova, il 16 a Pordenone, il giorno seguente a Mantova e il 18 luglio a Firenze

E per la prima volta dal vivo il musicista, acclamato anche per la sua carriera solista di gran prestigio, porterà dal vivo uno degli album più importanti della storia della musica e del progressive rock, ossia Selling England by the Pound”.

Pubblicato nel 1973, il disco è stato un successo enorme ed ha dominato le classifiche britanniche, e non a caso è stato definito come il lavoro definitivo dei Genesis, grazie sicuramente a brani come Dancing with the Moonlit Knight, Firth of Fifth, in cui Hackett si cimenta in uno straordinario assolo di chitarra, insieme ad altre perle come Cinema Show e I Know What I Like (In Your Wardrobe). Queste le tappe italiane del tour di Hackett:

  • 14 luglio, Arena del Mare, Genova
  • 16 luglio, Parco San Valentino Pordenone
  • 17 luglio, Piazza Sordello, Mantova
  • 18 luglio, Piazza Santissima Annunziata, Firenze
  • 20 luglio, Cavea Auditorium Parco della Musica, Roma

L'album preferito di Hackett

Il 2019 inoltre è un anno importante in quanto segna anche il quarantesimo anniversario di un importante disco tratto dalla carriera solista di Hackett, Spectral Mornings, che verrà celebrato ovviamente con l'esecuzione di alcuni brani.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Concerti E Music Festival

Oltre a questo, non mancheranno anche altri classici brani dal repertorio dei Genesis, e anche dalla sua ultima fatica solista, At The Edge of the Light, pubblicata lo scorso gennaio.

Il musicista si dichiara davvero entusiasta di poter suonare interamente il suo disco preferito dei Genesis. Ricorda che quando venne pubblicato, nel 1973, riuscì anche a catturare l'attenzione del beatle John Lennon.

Fu in quel momento, ricorda Hackett, che si accorse che era il chitarrista nel miglior gruppo del mondo, e che le porte si stavano spalancando di fronte ai Genesis.

In occasione del tour, Hackett dividerà il palco con vari musicisti esperti, come il tastierista Roger King, il batterista e percussionista Craig Blundell, Rob Townsend al sax e al flauto, Jonas Reingold al basso e alla chitarra, e per finire alla voce Nad Sylvan.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto