Si è svolta domenica 21 luglio, all'interno della Chiesa dello Spasimo, a Palermo, la mostra di arti visive intitolata "Connessioni", una manifestazione artistica all’insegna della solidarietà, inserita all’interno dell'iniziativa “Fibromialgia? Parliamone” dell’Associazione Onlus "Una lotta per la vita".

La mostra e le sue sfaccettature

La mostra, curata dall’Associazione Scruscio, ha coinvolto numerosi artisti del panorama contemporaneo palermitano con le loro opere capaci di creare, ciascuna realizzata con un stile ed una tecnica particolari, una connessione di collegamenti, un flusso di movimenti quasi magicamente interconnessi e in grado di suscitare riflessioni e pensieri all'astante.

"Tutti gli eventi artistico culturali dell'associazione Scruscio - ha dichiarato il presidente dell'Associazione, Valentina Butera - partono da un progetto che si lega al territorio e che dunque non è solitamente mai fine a sé stesso. L'associazione - ha proseguito - da sempre si impegna per fare rete con altre realtà del terzo settore ed in questa occasione ha sposato la causa dell'associazione Una lotta per la vita Onlus, che per questa manifestazione ha organizzato un convegno sulla fibromialgia ed un gran galà della solidarietà i cui fondi saranno destinati a supportare le vittime di errori medici".

"A supporto di questa manifestazione, Scruscio ha ideato un progetto artistico sul tema "connessioni": cosa ci connette al mondo oltre la rete? Questa è la domanda che si sono posti gli artisti partecipanti e che hanno indagato questo tema attraversando varie tematiche legate al rapporto con il corpo e le emozioni, alla natura e l'uomo, all'uomo con la spiritualità, o con la propria città e anche il rapporto con il diverso.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Curiosità

Una connessione che ha dunque avuto lo scopo di dimostrare che attraverso l'Arte si può creare un dialogo e una rete di sostegno efficace. Le opere selezionate - ha concluso la Butera - sono state curate dal consiglio direttivo Scruscio affinché tutta la mostra si strutturasse come un racconto di immagini e simbologie".

Le opere e il loro significato

Le opere esposte, hanno inteso trasmettere un importante messaggio: attraverso l’Arte si possono creare quelle connessioni che si trasformano in reti tangibili attraverso le quali è possibile offrire una forma di sostegno che si manifesta con azioni concrete generate da emozioni profonde.

Ad esporre gli artisti Rosa Anna Argento, Valentina Butera, Alberto Crescione, Angela Di Blasi, Nicoletta Militello, Sara Mineo, Giuseppe Misuraca, Cristina Patti, Ambra Pavesi e Mariella Ramondo che, interpretando e sviluppando il tema della connessione nelle sue diverse declinazioni che coinvolgono il corpo, la natura, la religione, la diversità in senso più ampio e la connessione sensoriale ed emotiva, intersecano in una sequenza delicata e sublime le loro energie, fondendole in un unicum multisfaccettato.

Tra gli artisti, anche il neo vicepresidente dell'Associazione Scruscio, Ambra Pavesi: "Ho sempre vissuto da artista associata la mission dell'Associazione, grazie alla quale ho anche partecipato alla mia prima collettiva, condividendo lo spirito di collaborazione con Valentina Butera. Oggi, nella mia nuova carica, non sento nulla di diverso se non l'entusiasmo di poter crescere nonché costruire e progettare dal principio alla fine un evento artistico".

La mission

A seguito del convegno, ha avuto luogo il "Gran Galà della Solidarietà", evento finalizzato alla raccolta fondi per sostenere i progetti realizzati dall'Associazione onlus "Una lotta per la vita" e i cui proventi sono stati destinati ad uno dei progetti dell'Associazione che vede coinvolte le vittime di mala sanità ed errori medici.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto