Ipnotici, psichedelici e tanto mistero, i BowLand sono una band nata a Firenze dopo essersi conosciuta a Teheran in Iran. Saeed Aman, Pejman Fani e Leila Mostofi si sono incontrati nella loro città di origine grazie ad una grande passione in comune: quella per la musica. Nel 2017 hanno pubblicato il primo disco intitolato "Floating Trip", mentre nel 2018 hanno conquistato il pubblico televisivo approdando alla finale di X Factor grazie al sensuale e coinvolgente sound trip-pop tra Moloko, Portishead, Archive e Massive Attack.

Pubblicità
Pubblicità

Il gruppo ha uno stile ben preciso, e nel momento in cui comincia a suonare è in grado di creare un'atmosfera insolita e coinvolgente.

Tre musicisti che comunicano qualcosa di innovativo e di diverso grazie alle sonorità realizzate con strumenti rudimentali e non tecnologici provenienti dalle loro radici e da una cultura lontana. Il brano che hanno proposto alle audizioni di X Factor è una cover di "Get Busy" di Sean Paul, suonata e cantata in maniera molto distante dal pezzo originale, e questo ha consentito alla band di farsi notare per la sua unicità e talento.

Pubblicità

Lo scorso dicembre è uscito il primo Ep intitolato "Bubble of Dreams", anticipato dal singolo "Don't stop me", ed ora stanno calcando i palchi di numerose città italiane, tra cui quello dell'Oltre Festival, tenutosi la settimana scorsa al Parco delle Caserme Rosse di Bologna. Proprio in quest'occasione, la redazione di Blasting News ha incontrato la voce della band, Leila Mostofi (in arte Lei Low) per scambiare qualche parola.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Concerti E Music Festival

L'intervista

Ciao Leila, raccontaci un po' come avete vissuto la vostra grande esperienza a X Factor.

La nostra esperienza a X Factor è stata davvero surreale. È stato un percorso duro, impegnativo, ma allo stesso tempo bellissimo. Adesso mi manca parecchio.

Cosa vi ha portato un'esperienza importante ad un talent show come X Factor? Cosa avete imparato?

Tantissime cose dal punto di vista musicale e non solo.

Adesso stiamo lavorando dedicandoci totalmente alla musica grazie a X Factor. Quindi direi che tutto sta andando molto bene e speriamo che sia così per parecchio tempo perché è una cosa alla quale teniamo tantissimo.

Per quanto riguarda i vostri progetti futuri, che cosa sta bollendo in pentola?

Sicuramente ci saranno tante collaborazioni con altri musicisti, cantanti e produttori, e poi altri live che faremo prossimamente in varie città italiane.

Pubblicità

La prossima data è il 19 luglio a Roma presso il Cavea-Auditorium Parco della Musica. Ora siamo molto presi dalla preparazione dei concerti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto