Era il 16 novembre del 1969: 50 anni fa la cantante Janis Joplin venne arrestata poco dopo la sua esibizione a Tampa, Florida. L'accusa fu di "linguaggio volgare e indecente". Durante lo spettacolo, la cantante avrebbe ignorato le suppliche che le furono rivolte da parte degli agenti di sicurezza, che volevano che gli spettatori restassero seduti ai loro posti. In più la cantante pronunciò ingiurie contro un poliziotto. .

Il pubblico in piedi

Già prima dell'inizio del concerto molti spettatori erano saliti in piedi sulle sedie: questo diede molto fastidio agli agenti di sicurezza, e, non appena cominciato il concerto, cercarono di rimetterli in ordine.

A Janis però non piacque il comportamento degli agenti e disse ad un poliziotto che nessuno si sarebbe fatto male, e che sarebbe stato meglio che i giovani venissero lasciati stare.

Ma, non appena Janis iniziò a cantare un celebre pezzo dal suo repertorio, Summertime, un agente, con in mano un megafono la interruppe, intimando agli spettatori di mettersi tutti quanti seduti. E in questa circostanza Janis perse il controllo ed esclamò: “Non fare lo str...”. L'agente chiese a Janis di fare un appello agli spettatori per farli restare seduti sulle loro sedie, ma la cantante rifiutò categoricamente.

Concerto interrotto

Il concerto però non proseguì: i gestori del locale decisero di staccare la corrente e lo spettacolo fu così interrotto. Janis, del tutto infuriata, allontanandosi dietro le quinte, inveì contro il poliziotto che pochi minuti prima l'aveva interrotta sul palco. Ai suoi danni parolacce e insulti, e le minacce di prenderlo a calci in faccia.

E così, poco dopo, mentre la cantante si trovava all'interno del suo camerino, venne arrestata. Ai suoi danni l'accusa di "linguaggio indecente e minacce a pubblico ufficiale".

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Concerti E Music Festival

Janis si difese, sostenendo che quando si trova sul palco fa quel che vuole, e non che le interessava affatto venire arrestata se era riuscita a far divertire i ragazzi. Pochi giorno dopo lo show disse "Ho suonato praticamente ovunque nel paese e questa è la prima volta che mi hanno arrestato. Sul palco dico tutto quel che voglio".

Scagionata

Janis passò poco tempo in carcere: un'ora dopo essere stata incriminata venne liberata dietro il pagamento di una cauzione di 504 dollari. Uscì dal carcere cittadino col suo stile, con indosso una giacca di pelliccia e un cappello di pelliccia.

Le accuse furono ritirate in seguito dopo che la corte stabilì che la cantante aveva esercitato soltanto la sua libertà di espressione: tuttavia venne condannata a pagare una multa di 200 dollari ma ci furono anche conseguente per i suoi tour: molti locali infatti rifiutarono di ospitare la cantante, e nella città di Houston, Texas, venne addirittura messa al bando.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto