Si è conclusa con la tradizionale celebrazione del GranGalà del Paladino D'Oro al Teatro Politeama di Palermo, la 40° edizione dello Sport Film Festival, la rassegna cinematografico-sportiva più antica al mondo, nata grazie alla volontà di Vito Maggio e Sandro Ciotti, con tanti italiani tra i premiati con l'ambita statuetta. Premio speciale alla carriera è stato assegnato all'attore Enzo De Caro.

Il Galà di chiusura dello Sport Film Festival

Ad introdurre la serata, la Corale Settima Polifonia, diretta dal maestro Manrico Signorini, che ha incantato il pubblico intonando le più belle colonne sonore cinematografiche, sottofondo delle pellicole più famose al mondo come "Moonriver", "C'era una volta il West" e "Memory".

Premio Screenplay per "Aimone's dream", mentre per Best sound mixing, a vincere la statuetta, "Mission 8", film sulla storia della casa automobilistica Bmw. A dare un tocco d'eleganza d'altri tempi, riportando indietro nel tempo i presenti, il gruppo di danza in costume "Bella epoque" che ha danzato una coreografia corale d'epoca gattopardiana.

Paladino d'oro alla Medicina per la dottoressa Antonella Marino Gammazza, da sempre impegnata nella prevenzione e nella ricerca sull'Alzheimer. Vincitore per la Miglior fotografia il film "The bottom turn", mentre per la nuova categoria E-Sport (giochi elettronici e videogames), introdotta per la prima volta in questa edizione, il film "To win it all".

Premio Best editing per "L'ingegnere dei record". Per la categoria Miglior regia, la statuetta è stata assegnata al film "Benjamin Best (Dirty Game)". Il premio editoria assegnato, invece, al libro "Un Secolo di Sport in Sicilia" di Elio Francesco Falcone".

Come precedemente proclamato in sede di conferenza stampa, premio Social Award cone miglior film diffuso sui social network, "Take your mark Banu" dell'indiano A.Gnagnasigamani.

Tantissimi gli Special Prizes assegnati, tra i quali lo spagnolo "Nos Acrescimos", il polacco "Blu Scallywags", "Best Foot forward", il commovente "The dolphin's heart" che racconta la storia vera di una giovanissima ragazzina affetta da una grave patologia cardiaca, "The worker" del palermitano Carlo Comito, "The italian spirit of Le Mans", "Eusebio", storia di un calciatore che più che uno sportivo è una leggenda, "Uefa Champions League Final" "Playground addiction".

Ancora premi speciali per i film "Wrestlove", "A beautiful game", il francese "Sport filles", "Voy", "Hard Ball" e "The spirit of the game".

Altro premio novità di quest'anno, lo School Award, assegnato dagli studenti del liceo linguistico "Ninni Cassarà" di Palermo, vinto dalla pellicola "Road to the final". Premio speciale alla carriera all'attore italiano Enzo Decaro in occasione del gemellaggio della kermesse con il Mare Festival "Premio M.Troisi".

Vincitore per la Miglior fiction è "The Buzz", mentre a trionfare come Miglior film straniero, la pellicola "Reflecting Ice". Premio Best Paralympic, come miglior pellicola sullo sport paralimpico, a "10Km/h" che racconta la vita sportiva di chi vive su una sedia a rotelle.

DAZN e Sport Film Festival: la coppia vincente

Come preannunciato, vincitore del premio Best football film è stata la pellicola "The making of", film suddiviso in tre episodi che raccontano le gesta sportive, quasi mitologiche, di due grandi calciatori come Neymar e Cristiano Ronaldo e di un grande allenatore come José Mourinho.

A concludere la serata, l'assegnazione dei premi per Miglior cortometraggio e miglior lungometraggio, rispettivamente andati al film "8" e al film "Butterfly".

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Cinema
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!