Stanno facendo molto discutere gli appassionati di Rap italiano alcune storie Instagram caricate nel primo pomeriggio di oggi sulla pagina ufficiale di Rasty Kilo, ma rimosse dopo pochi minuti.

Nonostante la pronta rimozione – che il rapper romano attualmente residente ad Amsterdam ha poi spiegato parlando di "Questioni personali che poco hanno a che vedere con la musica" – in tanti sono riusciti a 'screenshottare' le parole dell'autore di 'Soldi e paura mai avuti', che hanno quindi rapidamente iniziato a circolare online, suscitando agguerrite discussioni, dato che in molti hanno ipotizzato che potessero essere riferite ad Achille Lauro.

"Hanno giocato per anni al gioco del bandito, quando non hanno mai rubato nemmeno un motorino", esordisce Rasty Kilo. Già qui in molti hanno ipotizzato un riferimento ad Achille Lauro, dato che una delle rime più popolari della prima fase della carriera dell'artista romano è proprio: "Da una vita che la vita me l'arrangio io / Ho avuto trenta motorini, neanche uno mio".

Rasty Kilo: 'Si sono finti figli di operai, ma sono figli di magistrati e docenti universitari'

"Hanno inventato storie dicendo di essere figli di operai e invece sono figli di docenti universitari e magistrati", prosegue poi il rapper. Anche questo passaggio è stato interpretato da molti come un riferimento ad Achille Lauro, dato che in questi giorni si è tornato prepotentemente a parlare del fatto che il cantante classe 1990 sia figlio di un magistrato e docente universitario, ed abbia diversi parenti che svolgono, o hanno svolto in passato, incarichi statali.

Circostanza questa che ha stupito i più – che l'hanno interpretata come contraddittoria rispetto alla carriera di Achille Lauro, che nei brani di inizio carriera raccontava vita di strada, criminalità e disagio sociale – ma non i fan più accaniti dell'artista, che ha più volte avuto modo di spiegare come la condizione di disagio raccontata sia nei pezzi che nel suo libro 'Sono Io Amleto' derivasse proprio dalla decisione, maturata assieme al fratello maggiore, di andare vivere da soli, non seguendo i genitori che avevano deciso di trasferirsi, quando avevano soltanto 14 e 19 anni.

'Quello è marketing, non è arte'

"Siete finzione – prosegue poi Rasty Kilo – siete delle bugie che camminano. Avete pure il coraggio di chiamare 'arte' quelle che in realtà sono soltanto stupide mosse di mercato create a tavolino. Quello è marketing, l'arte è un'altra cosa. Le parrucche ed il trucco vi stanno bene, perché siete pagliacci.

La prossima volta presentatevi direttamente con il naso rosso".

Rasty Kilo spiega perché ha rimosso le storie: 'Cose di fondo personali che hanno poco a che vedere con la musica'

Visto il tam tam mediatico andatosi rapidamente a creare dopo la rimozione delle stories, Rasty Kilo ha deciso di spiegare il motivo alla base della sua decisione di eliminare i contenuti in questione, lo ha fatto con queste parole, caricate su Instagram nel pomeriggio di oggi: "Ho eliminato la storia perché ci sono cose di fondo personali che hanno poco a che vedere con la musica, non mi piace attirare l'attenzione su di me per stupidi gossip".

Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la pagina Rap
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!