Erano stati tra i primi a pubblicare un brano dedicato al delicato periodo che stiamo vivendo ("Fuori La Paura" con Paolo Belli) e oggi sono di nuovo fra i primi ad annunciare il loro ritorno sui palchi per questa estate: i Nomadi hanno infatti fatto sapere proprio oggi che saranno in concerto a Carmignano di Brenta (PD) il prossimo 11 luglio 2020.

L'annuncio è arrivato nella giornata di oggi, ed è stato subito accolto con grande entusiasmo del "popolo Nomade", che dopo alcune recenti interviste della band aveva già intuito che molto probabilmente, in questa estate, non sarebbero rimasti totalmente a digiuno della musica Live dei propri beniamini.

La band guidata da Beppe Carletti ha infatti fatto capire più volte che avrebbe fatto il possibile per poter tornare sul palco questa estate stessa. Chiaramente se fosse stato possibile mettere in sicurezza tutti coloro che dovranno lavorare per loro e per il pubblico stesso.

Non sono ancora disponibili informazioni specifiche riguardo alla modalità di svolgimento dell'evento e riguardo alla prenotazione dei biglietti, ma stando a quanto annunciato le informazioni dovrebbero essere disponibili a breve.

Nomadi a Carmignano di Brenta: appuntamento all'11 luglio

Sarà quindi un comune padovano ad ospitare uno dei primi live di questa estate 2020 che solo poche settimane fa sembrava destinata a svolgersi senza che si vedesse nemmeno l'ombra di un concerto.

E invece, mentre molti altri artisti stanno rinviando i loro tour alla prossima estate, tra le problematiche relative agli spostamenti e la delusione dei molti che speravano ci potesse essere un'altra strada, i Nomadi stanno lavorando per mettere in atto tutte le prescrizioni indicate per legge che permetteranno lo svolgimento in totale sicurezza dei loro concerti.

I Nomadi pronti a salire sul palco: le dichiarazioni

“I Nomadi, come sempre non si fermano”, hanno dichiarato in una nota i componenti del gruppo del anche in questo periodo difficile che si fa spazio tra la paura, la diffidenza e al voglia di ricominciare, hanno preso la decisione di continuare il proprio tour con i "teatri all'aperto".

La scelta coraggiosa di non fermarsi è stata dettata dalla voglia di tornare a donare serenità ai propri fan dopo un periodo che ha messo tutti a dura prova, ma anche per non lasciare morire la musica.

L'unico modo per fare in modo che l'emergenza sanitaria non uccida anche la musica live è solamente quello di continuare a cantare e ad esibirsi, seppur con i dovuti e necessari sacrifici che il Coronavirus ci ha lasciato in eredità, dopo tutta la sofferenza dei mesi passati.

Il sindaco di Carmignano di Brenta: 'Siamo orgogliosi'

Sarà quindi Carmignano di Brenta, che si trova ad una trentina di chilometri a nord di Padova, ad ospitare uno dei primi e pochi live di questa estate.

“Siamo orgogliosi di essere uno dei pochi comuni italiani a proporre per questa estate un evento live.

Siamo convinti che la ripartenza passi anche attraverso la musica e l’intrattenimento, in una cornice imprescindibile di sicurezza per il pubblico" ha infatti dichiarato Alessandro Bolis, sindaco del comune padovano che vedrà la presenza dei Nomadi il prossimo luglio.

DuePunti Eventi: 'L'emergenza non ha spento la nostra voglia di pensare creativamente'

A rilasciare una dichiarazione a riguardo del concerto dei Nomadi a Carmignano di Brenta anche Valerio Simonato, titolare di DuePunti Eventi: “L'emergenza sanitaria ci ha costretti a rinviare festival e concerti, ma non ha spento la nostra voglia di pensare creativamente alla programmazione di nuovi eventi per il nostro pubblico secondo le nuove prescrizioni di sicurezza”.

Il tutto è stato possibile solamente grazie all'interlocuzione tra l'amministrazione comunale e gli artisti, che hanno accettato di mettersi in gioco con le nuove regole in vigore.

Segui la nostra pagina Facebook!