“Quella di marzo sarebbe stata l’edizione più bella di tutte”. Felice Laudadio, direttore artistico del Bif&st – Bari International Film Festival in poco più di un mese è riuscito con i suoi collaboratori a rimettere in piedi la rassegna cinematografica, inizialmente prevista a inizio primavera e saltata a causa dell’emergenza coronavirus. Così dal 22 al 30 agosto Bari tornerà a respirare aria di Cinema, anche se il programma sarà notevolmente ridotto rispetto a quello inizialmente pensato. Mancheranno molti degli ospiti internazionali previsti – da Helen Mirren a Ken Loach – ma il pubblico di appassionati in nove giorni potrà godere di 80 eventi, tra cui ben 61 proiezioni con 150 personaggi, in cinque diverse location.

E con il piatto forte verso la fine, il 29 agosto, quando è prevista la presenza di Roberto Benigni, insieme al regista Matteo Garrone, per la proiezione di Pinocchio, film in gran parte girato in Puglia.

Spazi all’aperto per le proiezioni della rassegna

Per la prima volta nella storia della rassegna, il Bif&st prevede proiezioni all’aperto: infatti le anteprime internazionali si spostano dal prestigioso Teatro Petruzzelli in un’arena da 750 posti a sedere appositamente realizzata in piazza Prefettura, davanti al Comune di Bari. Sempre all’aperto – nella corte del Castello Svevo, dove sono stati ricavati altri 150 posti – il pubblico potrà assistere alla proiezione delle 15 opere della sezione ItaliaFilmFest, che premia i migliori film del nostro cinema usciti prima del lockdown.

Invece nel Teatro Comunale Piccinni è prevista l’altra sezione competitiva sopravvissuta al nuovo programma, il Panorama Internazionale. Infine una sala del cinema Galleria ospiterà la retrospettiva dedicata a Mario Monicelli, con i 18 film più significativi del grande regista toscano. Al maestro della commedia all’italiana sarà dedicata anche una mostra fotografica al Teatro Margherita.

Gli ospiti previsti per la rassegna

Purtroppo molti dei premiati, come Paola Cortellesi, Toni Servillo e Micaela Ramazzotti, nel periodo del Bif&st saranno impegnati sui set cinematografici, che stanno faticosamente riaprendo dopo la sosta forzata degli scorsi mesi: invieranno un videomessaggio di ringraziamento, rimandando la presenza a Bari alle prossime edizioni.

Saranno comunque presenti – oltre a Benigni e Garrone – Pupi Avati, Marco Bellocchio, Lina Sastri, Gianni Amelio, Marco D’Amore, Riccardo Scamarcio, tutti nomi legati alle passate edizioni della rassegna. Ci sarà anche il regista Alessandro Piva, che oltre a far parte della giuria di Panorama Internazionale, festeggerà a più di vent’anni dalla sua uscita nelle sale, la versione restaurata del suo Lacapagira, girato a Bari. Altro film girato in Puglia, presentato in piazza nella sua versione digitalizzata, è La ragazza con la pistola di Mario Monicelli, con Monica Vitti, che inaugurerà le proiezioni serali all’aperto.

Gli omaggi della rassegna a Morricone, Camilleri e Gregoretti

Il programma del Bif&st prevede il ricordo anche di alcune grandi figure del cinema e della cultura italiana, scomparse negli ultimi mesi.

Immancabile l’omaggio musicale al maestro Ennio Morricone, che proprio l’anno scorso fece a Bari una delle sue ultime apparizioni per ricevere dal sindaco le Chiavi della città: proprio le immagini di quella visita saranno riproposte al pubblico del festival. Previsto anche un evento dedicato a Ugo Gregoretti e Andrea Camilleri, con Ugo e Andrea di Rocco Mortellitti, l’incontro tra i due personaggi tra scherzi, aneddoti, riflessioni e ricordi. Infine il programma della rassegna prevede anteprime di film italiani e presentazioni di libri e riviste dedicate alla settima arte: per ragioni di sicurezza mancheranno invece le lezioni di cinema e gli affollati incontri col pubblico che avevano decretato il successo delle passate edizioni del Bif&st.

Segui la pagina Cinema
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!