La fobia è una forte paura che spesso si trasforma in un vero e proprio ostacolo per chi la prova. Il fobico arriva ad evitare la situazione o l'oggetto che lo mette a disagio; questo può avere ripercussioni sulla sfera lavorativa, interpersonale e familiare. Per quanto riguarda la loro origine, esistono diverse scuole di pensiero: la fobia può essere causata dalla rimozione di contenuti inconsci oppure da un errato apprendimento di una determinata situazione, rafforzato ogni volta dall'ansia.

Un elenco delle fobie meno conosciute

Ecco alcune delle fobie meno conosciute:

Chaetofobia: fobia dei capelli. Vi è una repulsione verso capigliature voluminose degli altri, di se stessi e degli animali.

Elmintofobia: paura dei vermi. Non è solo la fobia di vedere un verme (o un insieme di vermi), ma anche il solo pensiero di un verme sul proprio corpo può portare al vomito.

Arachibuytrofobia: la fobia del burro di arachidi o di tutti i cibi viscosi. La paura consiste nel pensare che possa rimanere attaccato al palato senza mai riuscirlo ad ingoiare.

Allodoxafobia: la paura delle opinioni. Le persone che ne soffrono hanno paura del confronto con gli altri e/o di opinioni diverse alle proprie.

Peladofobia: la fobia della calvizia. Si ha paura sia delle persone calve, sia di diventare calvi.

Ambulofobia: paura di camminare (sopratutto dopo amputazioni).

Barofobia: la fobia della forza di gravità. Le persone hanno paura che questa forza sia così grande da poterli schiacciare; si riscontra soprattutto in alcune situazioni, come prendere l'ascensore o le scale mobili.

Ommetafobia: la paura degli occhi altrui. Manca il coraggio di guardare le persone negli occhi quando parlano.

Anablefobia: la fobia di guardare in alto che provoca ansia e angoscia indipendentemente dal tempo che fa. E' dovuta alla paura del nostro essere piccoli rispetto all'universo.

Belonefobia: paura di aghi, spilli, coltelli o di qualsiasi oggetto appuntito.

Tripofobia: la fobia di gruppi di buchi o protuberanze.

Hippopotomonstrosesquipedaliofobia: paura delle parole lunghe. Spesso le persone evitano di leggerle.

Papafobia: la fobia del Papa.

Cromatofobia: paura di un colore a tinta unita, spesso dovuta all'associazione con un evento traumatico.

Clinofobia: la fobia del sonno. Queste persone hanno paura di addormentarsi, perché credono di non svegliarsi più. Spesso collegata ad un disturbo del sonno: l'insonnia.

Panofobia: paura di avere paura.

E tu ne hai una [VIDEO]?