La vita tra le lenzuola non sempre è appagante come dovrebbe. Una sessuologa spiega come appropriarsi dei propri sensi [VIDEO] per riuscire a vivere una vita intima soddisfacente. La dottoressa asserisce che è necessario non perdere mai il senso della realtà. Le aspettative elevate non fanno bene alla coppia. Ricorda che i film hard non sono da paragonare a ciò che accade realmente; spesso le varie sequenze sono state girate in più tempi e gli attori assumano sostanze per prolungare le prestazioni. Una statistica rivela che l’80% delle donne fatica a raggiungere l'#orgasmo e gran parte degli uomini soffre di problemi erettili. La sessuologa esorta a non trascurare mai la vita intima.

Più spesso si pratica quest'attività, più facilmente s'innescano le giuste connessioni tra cellule cerebrali e sensi; ciò si verifica perché gli impulsi viaggiano più velocemente su percorsi che già conoscono e praticano spesso.

Lunghi periodi d'inattività influiscono negativamente sul raggiungimento dell'orgasmo quando si riprende l'attività. La specialista esorta le coppie a consumare almeno due volte a settimana anche per pochi minuti, per non perdere la libido di coppia. Secondo alcune statistiche un quarto delle coppie stabili ha rapporti intimi una volta a settimana, un terzo due volte e soltanto il 15% consuma tre volte a settimana. Il 61% degli intervistati afferma di riuscire ad avere rapporti di circa 45 minuti, la percentuale però potrebbe essere inesatta in quanto non sempre si ha una giusta nozione del tempo.

La dottoressa raccomanda di utilizzare sex toy perché adiuvanti per entrambi i partner nel raggiungimento del piacere.

Amore e sensi sono due cose diverse e spesso non coincidenti

A differenza di ciò che ci è stato insegnato [VIDEO] la vita intima appagante e l'amore sono due cose diverse e quasi mai coincidenti. Spesso si prova amore per un partner per cui non si sente desiderio. lmportante è cercare di non mostrarsi mai troppo vulnerabili per non perdere di vista il proprio appagamento. L'infedeltà è deleteria perché soltanto inizialmente aumenta il senso d'euforia e provoca eccitazione, poi esaspera l'ansia e la tensione impedisce rapporti appaganti. Un suggerimento è quello di non vivere i momenti intimi come un automatismo ed esorta a non consumare un rapporto velocemente perché diventa molto difficile riuscire mantenere alta la libido. In casi in cui uno dei due partner non abbia desiderio la cosa più giusta è rimandare le effusioni al fine settimana in cui si ha più tempo e si è più riposati. La sessuologa conclude con un pensiero interessante: se al raggiungimento dell'orgasmo si tengono gli occhi chiusi si vive il momento intensamente ma in modo privato, invece guardando il partner negli occhi l'esperienza è condivisa. #consiglidicoppia