Molti la considereranno sicuramente una americanata ma la notizia è reale. Tre aziende della Silicon Valley hanno messo a punto una nuova tecnologia per gli incontri piccanti a distanza. Tra realtà virtuale, internet e tecnologia si annuncia una rivoluzione autentica, un passo avanti scientifico mai realizzato prima. Incontri bollenti con realismo autentico non lasciando la propria abitazione e con altre persone anche di altri continenti, questo quello che promette questa novità. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Le aziende

CamSoda, Real Doll e Lovense sono tre aziende del settore che hanno unito le loro forze per sperimentare e mettere a punto questa genialata.

Una sofisticata e molto particolare versione di incontro piccante a distanza grazie alle moderne tecnologie come le reti ad alta velocità e strumenti concepiti con meccanica di precisione e tecnologie tra le più all’avanguardia. La Real Doll, come facilmente intuibile, costruisce le famose bambole [VIDEO]a sembianze umane ed altamente personalizzabili. Bambole che ripropongono donne (ma anche uomini) in scala pari all’originale. La Lovense invece è una ditta produttrice di giocattoli erotici, i famosi sex-toys ma altamente tecnologici, capaci di collegarsi in rete. Infine la CamSoda è una società che ha aperto uno dei più moderni siti di live cam oggi disponibili sul Web. Unendo le tre specializzazioni delle tre aziande è il gioco è fatto.

Come funziona il meccanismo

Le prove sono state effettuate già con le bambole che sono state costruite con le parti anatomiche prodotte dalla Lovense che poi ha fornito i sex-toys tecnologici alle ragazze che prestano servizio nei live show della CamSoda.

Il visitatore dello show che ha comprato la bambola con annessi occhiali per la visione tridimensionale entra nella realtà virtuale che più reale non si trova. I movimenti effettuati sulla bambola dovrebbero essere ripetuti alla perfezione dal sex-toys con cui “giocano” le ragazze in camera. In pratica, la connessione internet veloce dovrebbe garantire il trasferimento di sensazioni e movimenti come fossero davvero reali, come in un vero incontro. Immaginiamo cosa accadrebbe quando le strumentazioni saranno disponibili nel mercato ed acquistabili e utilizzabili anche in chat amatoriali tra persone diverse dalle ragazze degli show in camera. Essendo una novità assoluta sembra che i prezzi siano un po’ troppo salati perché come, riporta l’autorevole sito scientifico focus.it, una bambola dotata di tutta questa tecnologia arriverebbe a costare intorno ai 10mila euro. Un incontro con persone vere ma virtuale [VIDEO]quindi ma ancora troppo costoso se è vero che le soluzioni più economiche tra quelli che le hanno provate non hanno prodotto una soddisfacente esperienza. #tradimento #sesso #Sessualità