10 storiche operazioni di mercato dell'Inter: Matthäus-Brehme il top per qualità-costo

1

1948: Amedeo Amadei, la prima 'bomba' dell'Italia post-bellica

Nell'estate del 1948 l'allora presidente nerazzurro Carlo Masseroni ha un obiettivo: costruire una squadra che possa contrastare il dominio del Grande Torino. Per la cifra allora assolutamente astronomica di 40 milioni di lire arriva a Milano l'ottavo re di Roma, Amedeo Amadei. Si tratta di una vera 'bomba' di mercato. Insieme al 'fornaretto di Frascati' giunge in nerazzurro anche il semisconosciuto Istvan Nyers, destinato a diventare tra i più prolifici attaccanti della storia nerazzurra.

1 di 10
Successiva