L'ipnosi entra in sala parto. Finalmente una novità dedicata alle donne che stanno vivendo il magico momento della Gravidanza. Dopo essere stata scelta dalle donne della famiglia reale inglese, Kate Middleton e Meghan Markle, la tecnica dell'autoipnosi sarà disponibile anche per le donne italiane.

A partire dal prossimo autunno, infatti, sarà l'ospedale Mauriziano di Torino a rendere disponibile questa nuova pratica chiamata ipnosi medica, che renderà meno doloroso il parto.

Il reparto di Ostretricia e Ginecologia della clinica torinese, diretta dalla Dottoressa Nicoletta Biglia, è pronto con un pool di ostetriche che seguiranno le future mamme nel percorso della nascita.

Ipnosi medica, su cosa si basa la tecnica

Dal nome stesso, ipnosi medica, si deduce che si tratta di una tecnica di rilassamento e autocontrollo. Il principio di funzionamento si basa principalmente sul controllo della respirazione e porterebbe, senza utilizzo di farmaci, dei benefici tali da poter essere considerata una valida alternativa alla tecnica dell'anestesia epidurale.

Ipnosi medica: benefici per mamma e nascituro

Oltre a ridurre il dolore per la mamma in sala parto, l'utilizzo dell'ipnosi durante il travaglio avrebbe dei benefici notevoli anche sul feto. Il rilassamento profondo indotto dall'ipnosi, infatti, aumenterebbe l'afflusso di sangue alla placenta con maggiore ossigenazione per il feto. Di conseguenza, l'utilizzo dell'ipnosi medica renderebbe meno difficoltoso e più breve il parto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Gravidanza

Non tutti sono ipnotizzabili

La nuova tecnica dell'ipnosi medica purtroppo non sarà disponibile per tutte le mamme. Infatti, si stima che almeno il 20% della popolazione non sia ricettivo alla tecnica ipnotica.

Tra il restante 80%, abbiamo circa il 60% che reagisce positivamente alle procedure dell'ipnosi e un 20% in grado di raggiungere uno stato ipnotico così profondo da poter subire un'operazione chirurgica senza bisogno dell'anestesia.

Preparazione al parto

Le future mamme che vorranno sperimentare la tecnica del così detto Hypnobirthing, dovranno seguire uno speciale addestramento durante le ultime settimane di gestazione ed esercitarsi insieme ad un team di ostetriche per essere pronte al momento del parto.

L'autoipnosi

L'autoipnosi è una condizione mentale autoindotta, definita come uno stato di elevata concentrazione, durante la quale il paziente ha la gestione consapevole e volontaria della propria mente e del proprio corpo.

In medicina, la tecnica dell'autoipnosi trova utilizzo nella soluzione di molti problemi emotivi e psicologici ed è considerata di aiuto nel raggiungimento dei propri obiettivi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto