I tagli capelli della primavera estate 2020 guardano a specifiche tendenze. Non solo lob, caschetti e trend anni ‘70 ma anche lo stile gipsy sembra aver conquistato le passerelle di Moda, così come i dettagli anni ‘90. Gli esperti, in un certo senso, avevano già fatto capire che la nuova stagione sarebbe stata costellata da elementi nomadi non solo sul look ma anche nelle acconciature.

Torna di moda lo stile gipsy

La moda capelli primaverile rispolvera lo stile gipsy da abbinare agli outfit. In linea generale il trend ci porta verso tutti quei tagli corti e medi, come caschetti e lob dallo stile naturale, nuances delicate e calde e accessori come foulard e bandane colorate in puro stile nomade.

Le sfilate di moda dei mesi scorsi avevano anticipato che la bella stagione sarebbe stata l’occasione per provare collane colorate, lunghe sottane e abiti ampi e leggeri. Insomma, lo stile gispsy, che ovviamente può anche non piacere a tutte, è tornato di moda e anche le acconciature ne risentono. Spazio, quindi, a foulard multicolor arrotolati sui capelli sciolti, fermagli e accessori floreali o con frange, bandane a fantasia, pizzi e piume. I tagli capelli saranno adornati da accessori decisamente hippie e fantasiosi, proprio come lo stile innato di Brigitte Bardot che meglio rappresenta questo trend. Via libera a lob spettinati e leggermente mossi arricchiti da accessori in pietra o hair clip decorate con foglie di ginkgo biloba.

Il look ricorda quello delle gitane, con abiti leggeri e a fantasia, gonne lunghe e ampie accompagnate da un trucco definito con eyeliner e matite colorate.

Stile anni ‘90

E se lo stile nomade anni ‘70 imperversa, le tendenze per i tagli capelli della prossima estate ci riportano anche agli anni ‘90.

In quegli anni era molto trendy indossare, soprattutto in spiaggia, mollette, fermagli colorati, cerchietti e barrette dai toni accesi e fantasie evidenti. Quello stile da spiaggia, che oggi appare lontano, tornerà di moda e un primo assaggio di questo trend gustoso ce lo mostrano le fashion blogger che hanno scelto accessori con clip multicolor e firmati.

La differenza con 25 anni fa è tutta lì; mentre nel 1996 si indossavano mollette e fermagli per alleggerire il look da spiaggia e non importava se la molletta fosse o meno griffata, oggi le cose sono cambiate e le fashion blogger spingono per fermagli borchiati firmati Gucci o Dior, mollette di Prada o di altri grandi griffe. Ovviamente, diciamolo, se ne trovano anche a poco prezzo se l’idea della firma non è così fondamentale. In ogni caso, il trend appare delineato: non importa se sfoggerete caschetti, lob, tagli corti o lunghi, l’importante sarà adornare la coda di cavallo, lo chignon, il bob o il pixie con elastici colorati di stoffa, fermagli dalle forme strambe e mollette con applicazioni glamour o con fantasie particolari.

Segui la pagina Moda
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!