E' oggi il giorno d'insediamento delle camere,inizia così la XVII Legislatura italianatra nuovi volti e vecchi contrasti. Esordiscono così i giovanissimiparlamentari del Movimento Cinque Stelle, che ci regalano così la nomea diparlamento più giovane d'Europa. Il calendario delle date più importanti partecon l'insediamento della Legislatura per passare poi alla nomina dei presidentidi camera e senato. Ricordiamo che l'elezione dei Presidenti delle Camere avviene con la maggioranza dei 2/3 entro iprimi tre scrutini, per passare poi alla maggioranza assoluta dal quarto scrutinio.Molto probabilmente si profilano Presidenti di Camera e Senato Eletti tra lefila del PD e del PDL, isolando di fatto il Movimento.

Ma l'agenda è fitta d'impegni, oltre all'elezionedei Presidenti delle Camere, il 18 Marzo avverrà la dichiarazione di appartenenza ad un gruppo da parte di ogniParlamentare. Successivamente il 20 Marzo avverrà la nomina dei capigruppo e il 21 Marzo partiranno le tanto desiderate Consultazioni del Presidente dellaRepubblica per la formazione di un nuovo Governo.

Gl'impegni dei nostri nuovi parlamentari nonfiniscono qui. Perché il 15 Aprile sono convocati in seduta comune per l'elezione del Presidente della Repubblica,ricordiamo che il mandato di Napolitano scadrà il 15 maggio.

Lo scenario più probabile che ne esce dalle ultimenotizie dai vari schieramenti politici è un possibile nulla di fatto per un nuovoGoverno, lasciando così in carica l'esecutivo tecnico di Mario Monti fino all'elezione del nuovo Presidente della Repubblicache potrà nei suoi pieni poteri procedere con lo scioglimento delle camere equindi a nuove elezioni.

Gli accordi tanto sperati da Bersani con il M5Snon sono arrivati, anzi sembra che vi sia una chiusura sempre più netta daparte dei Grillini verso qualsivoglia schieramento politico.

L'apertura del movimento avverrebbe solo nelmomento in cui il PD accettasse un governo M5S e seguisse i punti programmaticidel movimento. Direi ipotesi quasi utopica, molto più probabile un accordo peril cosiddetto "Inciucione", ovveroun accordo tra tutte le forze politiche lasciano Grillo isolato. Ma ogniipotesi che può essere percorsa lederebbe a ogni schieramento politico. PD ePDL insieme è deleterio per entrambi e darebbero forza ai Grillini.

Bersani eGrillo insieme è un'ipotesi che rafforzerebbe Bersani, ma farebbe cadere lapopolarità del Movimento. Neanche da prendere in considerazione un accordoGrillo - Berlusconi.

Ci prepariamo dunque alla sì più giovanelegislatura, ma molto probabilmente una delle più brevi della storia italiana. E'quasi certo che a Giugno 2013 saremorichiamati al voto, sempre che venga cambiata questa penosa Legge Elettorale "IlPorcellum" voluta da Berlusconi e la Lega, atta a dare in caso diframmentazione partitica l'ingovernabilità totale del Paese.

Ci attenderanno ancora qualche mese di Governo Monti che resterà in caricafino a che non venga votata la fiducia ad un nuovo governo (che non arriverà inquesta legislatura), per passare poi a nuove Elezioni nella speranza che vengafuori una maggioranza stabile capace di avere la forza di dare il cambiamentodi cui ha bisogno il Paese.

Segui la pagina M5S
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!