Tale padre, tale madre e tale figlia.Curiosa la parabola di Chelsea Clinton, 33 anni, figlia dell'exPresidente degli Stati Uniti d'America, il democratico Bill Clinton,e dell'attuale Segretario di Stato ed ex First Lady, Hilary Clinton.L'ex "brutto anatroccolo", come veniva – con poca generosità– soprannominata dai media l'illustre figlia unica, è ora unadonna, una madre, una moglie e una imprenditrice che strizza l'occhioal mondo della politica, il mondo che, del resto, l'ha vistacrescere.

"Se fossi in grado di avere unimpatto significativo sulla mia nazione mi candiderei". È la primauscita esplicita di Chelsea, che dagli schermi del programma "Today"della Nbc, la tv per la quale lavora, apre a una possibile e futuradiscesa in campo.

I suoi cavalli di battaglia? Tutti temidal fortissimo eco mediatico e popolare, attuali e sentiti: giovani,start up e diritti dei gay e delle donne.

E se la madre, Hilary Clinton,avversaria di Obama durante le primarie democratiche del 2008,dovesse candidarsi alle presidenziali del 2016? "Mi aspetto chefaccia la scelta migliore per lei, ho grande rispetto per ciò chefatto mia madre per gli Stati Uniti, qualsiasi cosa deciderà lasosterrò".

E all'orizzonte un quadro kennediano:con la mamma in corsa per la Casa Bianca e la figlia per un seggioalla Camera dei Rappresentanti, mentre il padre, il fu fedifragoBill, si godrebbe il possibile inedito ruolo di "First Gentleman".

Un lieto fine in perfetto stileamericano?

Chissà, la partita resta ancora tutta da giocare, il 2016è lontano e gli avversari politici sempre in agguato.

Segui la nostra pagina Facebook!