Riforma Pensioni edesodati, queste le novità principali introdotte dagli ultimiemendamenti presentati alla legge di stabilità 2014.Nuovi fondi per il risanamento del bilancio Inps e oltre 950 milioniper oltre 17 mila esodati, oltre al pagamento della mini rata Imu chesembra veder tramontare le speranze di un'ipotizzata decurtazionedalla Tasi.

Grandi novità per la riforma pensioni e gli esodatigrazie alla legge di stabilità 2014. Gli ultimi emendamenti hannoscongiurato il pericolo per pensionati ed esodati di venirrisucchiati dall'enorme buco nei bilanci delle pubbliche amministrazioni. Tra le nuove misurepresentate, un'operazione finanziaria ad opera di uno specializzatointervento tecnico-contabile per l'ammontare di circa 25,2 miliardi di euro destinati a coprire il vuoto di oltre 30miliardi nel bilancio dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale,che rischiava di compromettere, a partire già dal 2014, le pensionidi migliaia di pensionati.

Un altro emendamento volto a tutelareoltre 17 mila esodati prevede invece il ricorso afinanziamenti per circa 950 milioni fino al 2020.Una misura già annunciata dal viceministro all'Economia StefanoFassina che prevede un finanziamento così dilazionato: 203 milioniper il 2014, 250 per il 2015, 197 per il 2016, 110 per il 2017, 83per il 2018, 81 per il 2019, e infine 26 milioni per il 2020.

Riforma pensioni esalvaguardia degli esodati sono le novità principaliintrodotte dagli emendamenti sulla legge di stabilità 2014; tra lemodifiche apportate al testo originario anche una sanatoria per icontenziosi sulle spiagge, 30 milioni per sbloccare il bonus bebè, 126 milioni per gli Lsu, 100 milioni di euro peril fondo forze di polizia, e il differimento della mini Imual 24 gennaio.

Le novità sulle pensioni ed esodatinon sono tuttavia ancora perfezionate: il dibattito proseguiràdalle 12,30 di oggi con la presentazione degli ultimi e emendamenti epasserà domani al voto in aula.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!