Lo scenario mondiale non sembra essere teso solo dal punto di vista politico sul fronte nordcoreano, dove attualmente si teme l'escalation, ma anche da quello finanziario. Infatti il Presidente degli Stati Uniti d'America Donald Trump, avrebbe intenzione di intraprendere una guerra commerciale con la Cina. Se questo avvenisse, le azioni del presidente avrebbero conseguenze nefaste sull'intero mercato mondiale. Andiamo adesso a vedere i pareri che alcuni economisti hanno dato riguardo questa situazione e le possibili conseguenze finanziarie mondiali.

Conseguenze mondiali

L'anno scorso un giornalista del Global Times aveva sibillinamente affermato che Donald Trump avrebbe dovuto affrontare le conseguenze della propria sconsiderata ignoranza e incompetenza. Ora molti economisti temono che questo si stia per avverare, poiché Trump è pronto a compiere la propria mossa sul mercato mondiale. L'azione del presidente statunitense contro la Cina è imminente e probabilmente trascinerà gli Stati Uniti in una crisi commerciale senza precedenti. Jim Rogers ha detto al Daily Star che quella che si prospetta sarà la peggiore situazione finanziaria delle nostre vite. Ma cosa ha intenzione di fare il presidente statunitense? Che cosa tasserà?

Cina e Stat Uniti

Donald Trump ha intenzione di tassare i prodotti importati dalla Cina al 45%, suscitando lo sdegno di Pechino e di molti economisti come Roger. Inoltre, il presidente avrebbe intenzione di imporre dei dazi anche sulle automobili importate dal Messico, che ammonterebbero al 35%. Il presidente ha affermato a CBS News, che la tassazione non sarebbe solo a senso unico, poiché anche la Cina potrebbe imporre nuovi oneri sui prodotti esportati dagli USA.

Il CEO di Euro Pacific Capital, ovvero Peter Schiff, ha dichiarato che gli USA si stiano spingendo rovinosamente verso una crisi del dollaro che avrà un'impatto negativo sul mercato mondiale. La crisi questa volta, però, sarebbe differente da quella avvenuta nel 2008, poco meno di 10 anni fa, poiché non si limiterebbe a ledere il settore privato che riguarda i titoli garantiti come mutui e prestiti bancari, ma andrà a danneggiare anche le altre grandi economie mondiali.

Infatti a soffrire delle perdite saranno Stati come la Gran Bretagna. Secondo gli analisti, l'America sta scivolando oltre che in un guerra commerciale, anche in un conflitto nucleare con il Nord Corea, che causerà perdite sia in denaro che in termini di vite umane.